MotoGP Phillip Island Warm Up: Casey Stoner rifila 2″ a tutti

MotoGP Phillip Island Warm Up: Casey Stoner rifila 2″ a tutti

Sempre senza rivali, Rossi recupera, Lorenzo ai box

Commenta per primo!

Le condizioni di Phillip Island nel Warm Up della MotoGP? Ben chiare: la pista è asciutta, la temperatura dell’asfalto molto bassa (intorno ai 10°), il solito vento a disturbare il lavoro dei piloti. Eppure, vedendo i risultati del Warm Up, sembra che ci siano due differenti configurazioni del tracciato di Victoria: uno dedicato a 14 dei 15 piloti al via (Dani Pedrosa e Loris Capirossi hanno rinunciato a correre dopo le qualifiche), una sezione “ridotta” per Casey Stoner. L’australiano è stato l’unico a prendersi rischi nei 20 minuti di prove pre-gara in Australia, viaggiando con un margine di 2 secondi (!!) sugli avversari. Non è stato frutto del caso l’1’30″942 spiccato nel finale, nè tantomeno il distacco colossale rifilato ai suoi più diretti (per modo di dire) inseguitori.

Il primo di questa lista è Marco Simoncelli, secondo assoluto a 1″890 ed in predicato di scattare dalla quarta piazza nello schieramento di partenza alle 16:00 (le 07:00 italiane). “Sic” precede un terzetto tutto tricolore composto anche da Valentino Rossi in risalita e Andrea Dovizioso, sempre ad una vita dal missile #27. Non va male neanche Marco Melandri, 7°, primo a montare le gomme slick prima di compiere un fuoripista in fondo al rettilineo dei box (uscendone fuori dal “pantano” quasi da prova speciale del mondiale Enduro).

Non compaiono in classifica Pedrosa e Capirossi KO per la corsa per soli 15 eletti (tutti a punti a patto di restare in piedi…), ha rischiato di non esserci Jorge Lorenzo. Nessun problema, soltanto un’eccessiva prudenza che l’ha portato a provare le due moto a disposizione, poco più di uno “shakedown” con 5 giri frutto di due uscite dai box.

Più rischi del previsto per Ben Spies che ha commesso un banale errore in conclusione del Warm Up, arrivando lungo al tornantino “Honda”, scivolando nel senso letterale del termine tradito dall’erba bagnata delle vie di fuga. Quattordicesimo in classifica, 3° in griglia, la gara scatterà alle 7 italiane con Casey Stoner in pole e, finora, imprendibile.

MotoGP World Championship 2010
Phillip Island, Classifica Warm Up

01- Casey Stoner – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP10 – + 1’30.942
02- Marco Simoncelli – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 1.890
03- Valentino Rossi – Fiat Yamaha Team – Yamaha YZR M1 – + 1.971
04- Andrea Dovizioso – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 2.081
05- Colin Edwards – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 2.164
06- Randy De Puniet – LCR Honda MotoGP – Honda RC212V – + 2.324
07- Marco Melandri – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 2.451
08- Hiroshi Aoyama – Interwetten Honda MotoGP – Honda RC212V – + 2.657
09- Nicky Hayden – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP10 – + 2.694
10- Mika Kallio – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP10 – + 2.767
11- Aleix Espargaro – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP10 – + 3.892
12- Hector Barbera – Paginas Amarillas Aspar – Ducati Desmosedici GP10 – + 3.932
13- Alvaro Bautista – Rizla Suzuki MotoGP – Suzuki GSV-R – + 4.249
14- Ben Spies – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 4.364
15- Jorge Lorenzo – Fiat Yamaha Team – Yamaha YZR M1 – + 22.015

Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy