MotoGP Phillip Island Prove 2: Jorge Lorenzo con caduta

MotoGP Phillip Island Prove 2: Jorge Lorenzo con caduta

Cadute di Lorenzo, Iannone e Dovizioso, ma non solo

Commenta per primo!

Ci sono ben 11 piloti racchiusi in meno di 1″ ad anticipare un’esaltante e combattuta terza sessione di prove libere determinante per eleggere i 10 piloti ammessi di diritto al decisivo ‘Q2’ delle qualifiche ufficiali, ma la FP2 va in archivio con una serie di cadute con tanti protagonisti finiti inavvertitamente a terra. Chi sperimentando la nuova anteriore ‘asimmetrica’ portata dalla Bridgestone per questo weekend, chi verificando in presa diretta lo scarso grip offerto oggi dai 4.448 metri del tracciato di Victoria, hanno saggiato l’asfalto Andrea Dovizioso (dopo soli 10 minuti al tornantino ‘MG’), Hiroshi Aoyama, Pol Espargaro e, nel finale, Andrea Iannone (sempre alla ‘MG’) e Jorge Lorenzo, in 1’29″602 il più veloce in pista, ma a terra alla ‘Honda Corner’ provando in quel ‘run’ la asimmetrica anteriore Bridgestone.

Un brutto modo di archiviare la FP2 per il maiorchino reduce da due vittorie di fila tra Aragon e Motegi, leader con 150/1000 di vantaggio rispetto al neo-Campione del Mondo 2014 Marc Marquez, secondo con un passo da rimarcare in sella alla propria Honda RC213V Factory Spec. Con 11 piloti in poco più di 7/10, nel novero dei protagonisti non mancano i Ducatisti Andrea Iannone e Andrea Dovizioso, a braccetto al terzo e quarto posto ed entrambi a terra sempre al celebre tornantino ‘MG’ in picchiata dopo la veloce ‘Lukey Heights’. La futura coppia del Ducati Team tiene testa a Valentino Rossi che chiude la FP2 al 5° posto e a 0″352 dalla vetta, meglio rispetto a (nell’ordine) Aleix Espargaro, un positivo Cal Crutchlow, Pol Espargaro, Yonny Hernandez (quattro Ducati nella top-10) e Dani Pedrosa 10°.

Con Bradley Smith 11° seguito da Stefan Bradl, Alex De Angelis si segnala in quattordicesima posizione con la Forward Yamaha mentre Danilo Petrucci è ventesimo con la ART di Iodaracing Project.

MotoGP™ World Championship 2014
Phillip Island Grand Prix Circuit, Classifica Prove Libere 2

01- Jorge Lorenzo – Movistar Yamaha MotoGP – Yamaha YZR M1 – 1’29.602 (Factory)
02- Marc Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.150 (Factory)
03- Andrea Iannone – Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP14.2 – + 0.201 (Factory) *
04- Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP14.2 – + 0.343 (Factory) *
05- Valentino Rossi – Movistar Yamaha MotoGP – Yamaha YZR M1 – + 0.352 (Factory)
06- Aleix Espargaro – NGM Forward Racing – Forward Yamaha – + 0.456 (Open)
07- Cal Crutchlow – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP14 – + 0.474 (Factory) *
08- Pol Espargaro – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.501 (Factory)
09- Yonny Hernandez – Energy T.I. Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13 – + 0.679 (Factory) *
10- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.687 (Factory)
11- Bradley Smith – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.711 (Factory)
12- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 1.076 (Factory)
13- Nicky Hayden – Drive M7 Aspar – Honda RCV1000R – + 1.441 (Open)
14- Alex De Angelis – NGM Forward Racing – Forward Yamaha – + 1.506 (Open)
15- Alvaro Bautista – GO&FUN Honda Gresini – Honda RC213V – + 1.535 (Factory)
16- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – Honda RCV1000R – + 1.617 (Open)
17- Hiroshi Aoyama – Drive M7 Aspar – Honda RCV1000R – + 1.662 (Open)
18- Hector Barbera – Avintia Racing – Ducati Desmosedici GP14 – + 1.753 (Open)
19- Scott Redding – GO&FUN Honda Gresini – Honda RCV1000R – + 1.948 (Open)
20- Danilo Petrucci – Octo Iodaracing Team – ART GP14 – + 2.314 (Open)
21- Broc Parkes – Paul Bird Motorsport – PBM Aprilia – + 2.904 (Open)
22- Mike Di Meglio – Avintia Racing – Avintia GP14 – + 2.996 (Open)
23- Michael Laverty – Paul Bird Motorsport – PBM Aprilia – + 3.241 (Open)

* Le Ducati iscritte come “Factory” con concessioni “Open” (serbatoio 24 litri, 12 motori a stagione)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy