MotoGP: Pedrosa “Male al braccio, non so come andrà a Jerez”

MotoGP: Pedrosa “Male al braccio, non so come andrà a Jerez”

Conclude terzo dopo aver condotto per 11 giri a Losail

Commenta per primo!

Per 11 giri Dani Pedrosa a Losail è stato un leone, tenendo testa a Casey Stoner nella “sua” pista. Poi, giusto da metà gara, ha iniziato ad avvertire dolore al braccio sinistro, stessa situazione riscontrata nelle ultime gare 2010 post-incidente di Motegi. Stringendo i denti è riuscito a concludere in terza posizione, ma il pensiero di Pedrosa adesso è rivolto esclusivamente a capire se questo problema potrà condizionarlo anche nella prossima tappa del mondiale a Jerez de la Frontera…

Sono deluso non per la gara, ma per i problemi che ho avuto nuovamente al braccio sinistro“, spiega Dani Pedrosa. “Già in prova avevo sentito qualcosa, ma non credevo che potesse essere così grave: alla fine non riuscivo a stringere con forza i semimanubri, negli ultimi 7-8 giri non potevo usare la frizione e soffrivo molto.

La moto è stata perfetta per tutta la durata della gara, avevo la possibilità di vincere ma ho faticato molto, è stata una delle gare più dure della mia vita. Non so cosa posso fare perché dopo il periodo di riposo di questo inverno doveva essere tutto risolto. Ho fatto gli esami e tutto andava bene, così adesso non so cosa devo fare. Mi dispiace per il team perché la moto andava molto bene, veloce e perfetta anche in curva.

Sono orgoglioso di come ho guidato, ho combattuto con Casey su questa pista come nessuno ha mai fatto prima, ma sono preoccupato per quanto riguarda il futuro. Tra due settimane saremo in Jerez con una moto molto veloce e su una pista dove sono molto forte, ma non so cosa succederà“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy