MotoGP Mugello Prove 1: Marquez leader con caduta

MotoGP Mugello Prove 1: Marquez leader con caduta

A terra anche Dovizioso, su pista umida indietro Rossi

Commenta per primo!

L’asfalto va man mano asciugandosi e, considerate le non rassicuranti previsioni metereologiche per il prosieguo del weekend, la stra-grande maggioranza degli attesi protagonisti della MotoGP sono scesi in pista con le slick nei conclusivi 10 minuti di attività dell’inaugurale sessione di prove libere all’Autodromo Internazionale del Mugello, mossa inevitabile per garantirsi uno dei 10 posti in palio per il decisivo “Q2” delle qualifiche ufficiali. Il primo ad attuare questa scelta è stato il colombiano Yonny Hernandez, con la ART-Aprilia CRT del Paul Bird Motorsport balzato sorprendentemente al comando della graduatoria in 1’57″746, ma ben presto là davanti è stata una spettacolare alternanza di “caschi rossi”: Marc Marquez 1’56″506, risposta della wild card d’eccezione Michele Pirro in 1’56″104, di nuovo Marquez in 1’54″797 salvo poi incappare in una caduta senza conseguenze alla “Borgo San Lorenzo” dopo un’escursione sull’erba.

Piccolo contrattempo per il Campione del Mondo Moto2 in carica, leader in una sessione che ha visto Jorge Lorenzo (14°) incrociare le braccia in corsia box nei minuti finali, evitando di prendersi dei rischi inutili come capitato (ahinoi) a tre nostri portabandiera: Valentino Rossi (con le “rain”) ha percorso le vie di fuga del “Correntaio”, ben altri problemi per Danilo Petrucci (a terra nella esse tra le “Scarperia” e la “Palagio”) e Andrea Dovizioso, caduto senza preavviso alla staccata della “San Donato”.

Inizio non particolarmente fortunato per il “Dovi” con la Ducati che si è ben difesa in queste condizioni difficili da interpretare con la wild card Michele Pirro, al terzo GP consecutivo, il secondo dopo Jerez con la Desmosedici GP13 “Laboratorio” staccando il 2° riferimento cronometrico in 1’55″195 a 0″398 da Marquez, ma davanti a Stefan Bradl, Karel Abraham (quarto con la ART-Aprilia CRT), a seguire il già menzionato Yonny Hernandez, Bradley Smith, Nicky Hayden e Dani Pedrosa. Distacchi da 2″ a salire per Cal Crutchlow ed il rientrante Ben Spies a completare la top-10, chiude 13° Andrea Iannone, come detto fin troppi problemi per Valentino Rossi, dopo l’escursione fuori pista al “Correntaio” uscito dai box con le slick, ma senza migliorare il 19esimo riferimento cronometrico a 6″6 dalla vetta.

MotoGP World Championship 2013
Autodromo Internazionale del Mugello, Classifica Prove Libere 1

01- Marc Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V – 1’54.797
02- Michele Pirro – Ducati Test Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 0.398
03- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 0.491
04- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – ART GP13 – + 1.077 (CRT)
05- Yonny Hernandez – Paul Bird Motorsport – ART GP13 – + 1.110 (CRT)
06- Bradley Smith – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.184
07- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 1.194
08- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 1.737
09- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 2.187
10- Ben Spies – Ignite Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13 – + 2.248
11- Alvaro Bautista – GO&FUN Honda Gresini – Honda RC213V – + 3.113
12- Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP13 – + 3.279 (CRT)
13- Andrea Iannone – Energy T.I. Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13 – + 3.681
14- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 5.377
15- Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 5.660
16- Hiroshi Aoyama – Avintia Blusens – BQR FTR – + 6.004 (CRT)
17- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – + 6.285 (CRT)
18- Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP13 – + 6.311 (CRT)
19- Valentino Rossi – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 6.658
20- Hector Barbera – Avintia Blusens – BQR FTR – + 7.876 (CRT)
21- Lukas Pesek – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – + 9.363 (CRT)
22- Bryan Staring – GO&FUN Honda Gresini – FTR Honda MGP13 – + 9.714 (CRT)
23- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – + 10.944 (CRT)
24- Michael Laverty – Paul Bird Motorsport – PBM 01 – + 10.962 (CRT)
25- Claudio Corti – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – + 11.526 (CRT)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy