MotoGP Motegi Prove Libere 1: Rossi primo, Pedrosa KO

MotoGP Motegi Prove Libere 1: Rossi primo, Pedrosa KO

Pedrosa infortunato salta il GP, Lorenzo (quasi) campione

Commenta per primo!

Il mondiale si chiude qui. Giusto alle 14:01 al Twin Ring di Motegi Dani Pedrosa vola a terra fratturandosi, in tre punti, la clavicola sinistra: addio allle residue speranze di recuperare i 56 punti di svantaggio da Jorge Lorenzo, addio al GP del Giappone e, probabilmente, anche alle successive due prove extra europee di Sepang e Phillip Island nell’arco di pochi giorni. Pedrosa, quest’anno alla prima stagione senza infortuni, è volato a terra per una dinamica davvero di difficile spiegazione: in staccata all’ingresso della curva 9 la sua RC212V si è scomposta, con il buon Dani impossibilitato a restare in sella. Sbalzato violentemente a terra ha rimediato la frattura scomposta in tre punti della clavicola, abbandonando con grande amarezza e rammarico la rincorsa al suo primo titolo mondiale in MotoGP.

Se Pedrosa è fuori gioco, ritorna invece di prepotenza al comando Valentino Rossi che sotto la bandiera a scacchi ha spiccato il miglior tempo in 1’48″174, “beffando” Andrea Dovizioso per una doppietta tutta italiana nella terra del Sol Levante. Il nove volte iridato ha percorso ben 27 tornate del Twin Ring e l’aver conseguito il proprio best time all’ultimo giro è un buon segno per la tenuta della spalla infortunata in un circuito, a detta dello stesso campione del mondo uscente della top class, sulla carta decisamente “ostico ed impegnativo”.

Non può festeggiare per le disavventure del suo collega e avversario, ma Jorge Lorenzo con il terzo tempo nelle prime prove libere di Motegi è virtualmente… Campione del Mondo 2010. Pedrosa era l’unico a poter recuperare in classifica, gli altri sono matematicamente esclusi: si può già programmare la festa per Sepang o, al più tardi, Phillip Island, puntando comunque a ben figurare in Giappone dove attualmente paga 3 decimi dalla vetta con un esiguo margine (7 millesimi) su Casey Stoner, quarto dopo aver comandato a lungo la classifica.

Alle loro spalle è lotta tra i “rookies”: Ben Spies nonostante una scivolata impara Motegi ed è subito quinto, giusto davanti a Hiroshi Aoyama che in casa si esalta con la Honda Interwetten ricordandosi delle vittorie nel 2005 e 2006 in 250cc. L’ultimo iridato della quarto di litro si è lasciato alle spalle Edwards, Barbera ed il terzetto italiano composto dal rientrante Loris Capirossi e dai portacolori Honda Gresini Marco Simoncelli e Marco Melandri. In fondo al gruppo le Ducati Pramac di Espargaro e Kallio precedute da Nicky Hayden, scivolato e rientrato ai box guidando uno scooter (Honda): l’ultima caduta di una sessione dove si è, di fatto, deciso il mondiale.

MotoGP World Championship 2010
Motegi, Classifica Prove Libere 1

01- Valentino Rossi – Fiat Yamaha Team – Yamaha YZR M1 – 1’48.174
02- Andrea Dovizioso – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 0.213
03- Jorge Lorenzo – Fiat Yamaha Team – Yamaha YZR M1 – + 0.300
04- Casey Stoner – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP10 – + 0.307
05- Ben Spies – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.128
06- Hiroshi Aoyama – Interwetten Honda MotoGP – Honda RC212V – + 1.183
07- Colin Edwards – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.203
08- Hector Barbera – Paginas Amarillas Aspar – Ducati Desmosedici GP10 – + 1.370
09- Loris Capirossi – Rizla Suzuki MotoGP – Suzuki GSV-R – + 1.394
10- Marco Simoncelli – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 1.407
11- Marco Melandri – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 1.446
12- Alvaro Bautista – Rizla Suzuki MotoGP – Suzuki GSV-R – + 1.470
13- Nicky Hayden – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP10 – + 1.708
14- Randy De Puniet – LCR Honda MotoGP – Honda RC212V – + 1.783
15- Aleix Espargaro – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP10 – + 1.984
16- Mika Kallio – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP10 – + 2.931
17- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 11.957

Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy