MotoGP: Marco Simoncelli “Le scivolate? Nessun problema”

MotoGP: Marco Simoncelli “Le scivolate? Nessun problema”

A terra due volte, ma si ritrova alle spalle di Casey Stoner

Commenta per primo!

Due scivolate “di anteriore” in due turni di prove, alla stessa curva (il tornante in discesa “MG”), ma dalla differente dinamica. Un doppio inconveniente che non ha fatto cambiare idea e passo-gara per Marco Simoncelli a Phillip Island, costantemente nella top-3 ritrovandosi, nella sessione pomeridiana di prove, addirittura come primo inseguitore di Casey Stoner, staccato di poco meno di 4 decimi. Scivolate a parte senza dubbio un buon inizio per il “Sic”, convinto di potersi migliorare domani trovando un feeling migliore sull’avantreno per evitare questo genere di inconvenienti.

Ho fatto quelle due scivolatine alla curva numero dieci che fortunatamente sono state molto molto “ine” e sia io che la moto ne siamo usciti indenni“, spiega il riconfermato pilota del team Honda Gresini. “La pista è bellissima, sicuramente la mia preferita, ma il tracciato è alquanto insidioso sul quale è facile sbagliare a causa delle numerose buche.

E’ un attimo commettere un errore e quindi bisognerà stare sempre super concentrati. Però io sono contento perché questa mattina ho girato subito forte e questo pomeriggio mi sono anche migliorato soprattutto come passo. Adesso dobbiamo cercare di trovare, con qualche piccolo intervento, più grip sul posteriore e maggior confidenza e fiducia sull’anteriore che compunque sono già discrete.

Le due scivolate sono state diverse perché questa mattina mi è andata via sull’anteriore mentre nel pomeriggio non sono riuscito a controllare il posteriore però ho capito il perché e non ho affatto perso confidenza riuscendo a girare forte una volta rientrato in pista. Sono tranquillo e sereno e spero di migliorarmi ancora domani riuscendo ad avvicinarmi a Stoner anche in prospettiva gara“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy