MotoGP: le scelte Bridgestone per il GP di Misano

MotoGP: le scelte Bridgestone per il GP di Misano

Coperture asimmetriche più dura sulla spalla destra

Commenta per primo!

Il MotoGP approda in Italia per la seconda volta quest’anno e in occasione del tredicesimo round della stagione 2012 fa tappa al Misano World Circuit, recentemente intitolato a Marco Simoncelli.
Il tracciato di Misano è lungo poco più di quattro chilometri e presenta un layout tortuoso, pieno di stop-and-go: la parte più impegnativa del circuito è compresa tra le curve 11 e 14, a partire dal cosiddetto Curvone, da percorrere a velocità sostenuta; segue un settore di curve a destra progressivamente più strette, che mettono i piloti a dura prova. Nel complesso il circuito di Misano non è particolarmente gravoso per i pneumatici, sebbene richieda cura nella selezione di pneumatici con la migliore combinazione di grip, durata e resistenza alle alte temperature, in considerazione dei grandi angoli di piega cui sono costantemente sottoposte le gomme. Con dieci curve a destra e solo sei curve a sinistra, lo scorso anno a Misano sono state introdotte coperture asimmetriche caratterizzate da una gomma leggermente più dura sulla spalla destra: anche il prossimo week-end, queste gomme asimmetriche saranno disponibili per le mescole media e dura. Per il Gran Premio di San Marino e Rimini, le opzioni di mescola selezionate per l’anteriore sono la morbida, la media e la dura.

Mescole di pneumatici slick disponibili: anteriore: morbida, media, dura; posteriore: media, dura

Mescole di pneumatici da bagnato disponibili: dura (principale), morbida (alternativa)

Hiroshi Yamada – Manager, Bridgestone Motorsport Department

La gara di questa settimana sul tracciato di San Marino e Rimini è un appuntamento importante sotto molti aspetti. Innanzi tutto, questa sarà la prima gara del MotoGP che si disputerà sul circuito dedicato a Marco Simoncelli, quindi c’è da aspettarsi un misto di emozioni contrastanti. Inoltre, per la sua collocazione così ravvicinata ai paesi natali di diversi campioni italiani del motomondiale, il tracciato sarà invaso da un’atmosfera speciale perché per l’ultima volta quest’anno i tifosi locali avranno l’occasione di incitare i loro eroi in pista. La gara di domenica segna anche un traguardo importante per Bridgestone: infatti, quando il vincitore taglierà la bandiera a scacchi, si tratterà della centesima vittoria al MotoGP cui avremo contribuito e nel fine settimana molti dirigenti di Bridgestone saranno presenti per festeggiare l’evento. Per quanto riguarda la gara, il duello tra Jorge e Dani è in delicato equilibrio quindi c’è molta attesa per vedere chi prenderà l’iniziativa su un circuito dove non è semplice prendere il sopravvento. Infine vorrei citare in modo particolare Jonathan Rea del team Repsol Honda, che nel week-end farà il suo debutto al motomondiale“.

Shinji Aoki – Manager, Bridgestone Motorsport Tyre Development Department

L’asfalto di Misano è liscio e offre poco grip, poi a settembre sulla costa adriatica può fare molto caldo; la nostra selezione di mescole deve garantire il miglior compromesso tra grip, resistenza all’abrasione e resistenza alle temperature elevate. Per questo abbiamo portato le stesse gomme dell’anno scorso, con la mescola morbida, media e dura per l’anteriore, e la mescola media e dura per il posteriore. L’anno scorso, proprio qui a Misano, abbiamo introdotto per la prima volta una gomma posteriore asimmetrica e il prossimo week-end continueremo a fornire questa specifica, con la spalla destra del pneumatico leggermente più dura rispetto alla sinistra. Per i pneumatici, la sezione più impegnativa del circuito di Misano è il cosiddetto Curvone a destra, da percorrere ad alta velocità. In quel punto i pneumatici, in particolare i posteriori, raggiungono la temperatura più alta perché rimangono a lungo in piega e non hanno molto tempo per dissipare il calore generato in curva. Il tratto ad alta velocità del Curvone e le numerose zone di frenata del circuito di Misano richiedono elevati livelli di stabilità, in particolare all’anteriore, quindi la sezione centrale dei pneumatici deve offrire ai piloti massima sicurezza“.

Bridgestone PR & Communication Dept.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy