MotoGP Le Mans Prove Libere 2: sempre Casey Stoner

MotoGP Le Mans Prove Libere 2: sempre Casey Stoner

Si conferma davanti a Dani Pedrosa e Jorge Lorenzo

Commenta per primo!

Classifica più “corta” rispetto alla mattinata, ma sempre Casey Stoner al comando. Così in sintesi si può sintetizzare l’andamento della seconda sessione di prove libere della MotoGP sul tracciato “Bugatti” di Le Mans con il Campione del Mondo in carica, a 22 ore dall’annuncio del ritiro che ha lasciato senza parole il circus del Motomondiale, confermatosi il più veloce in 1’33″740 in sella alla propria Honda RC213V Factory viaggiando nell’ultimo “run” con 3 tornate (su 7 effettuate) sotto il muro dell’1’34”.

Sul piano velocistico l’australiano risulta oggettivamente imprendibile, meno sul passo-gara con Dani Pedrosa e Jorge Lorenzo che si sono rifatti sotto, rispettivamente in 2° e 3° posizione a 265 e 396 millesimi dalla vetta, risolvendo parte dei problemi emersi nelle prove di questa mattina.

A meno di 1″ c’è spazio in classifica anche per le incursioni al vertice di Alvaro Bautista, buon quarto con la Honda RC213V del team Gresini equipaggiata (in esclusiva) dalle sospensioni Showa, seguito da un terzetto di Yamaha M1 composto da Ben Spies, Andrea Dovizioso e Cal Crutchlow, non da Hector Barbera che dall’ottava posizione sconta un gap superiore al 1″. Il valenciano del Pramac Racing Team resta il miglior Ducatista con la propria GP12 Sat (ex-GP Zero), anche se per soltanto 33 millesimi rispetto a Valentino Rossi (9° a 1″3 dalla vetta, nessun miglioramento degno di nota rispetto alla mattinata), 53 a scapito di Nicky Hayden (10°).

Tra le “CRT” l’idolo di casa Randy De Puniet (13°) con la ART-Aprilia del team Aspar si conferma il più veloce, seguito a distanza dalla FTR-Kawasaki del colombiano Yonny Hernandez e Mattia Pasini, incappato in una banale scivolata alla “Carage Vert” dopo un dritto “appoggiando” nelle vie di fuga la ART #54 del Speed Master Team. Alle spalle del pilota riminese figura la FTR-Honda del team Gresini di Michele Pirro, Aleix Espargaro (scivolato, seconda caduta in 2 turni) e Danilo Petrucci, fermato a metà sessione da una vistosa fumata dovuta all’esplosione del motore Aprilia RSV4 Superstock della propria Ioda TR003. Resta in fondo al gruppo, ma dentro al tempo limite del 107 % in ottica qualifica, il rientrante Chris Vermeulen, sostituto dell’infortunato Colin Edwards con la Suter-BMW del Forward Racing.

MotoGP World Championship 2012
Le Mans, Classifica Prove Libere 2

01- Casey Stoner – Repsol Honda Team – Honda RC213V – 1’33.740
02- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.265
03- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.396
04- Alvaro Bautista – San Carlo Honda Gresini – Honda RC213V – + 0.697
05- Ben Spies – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.727
06- Andrea Dovizioso – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.845
07- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.870
08- Hector Barbera – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 1.339
09- Valentino Rossi – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 1.372
10- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 1.392
11- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 1.461
12- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – Ducati Desmosedici GP12 – + 2.047
13- Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP12 – + 2.698 (CRT)
14- Yonny Hernandez – Avintia Blusens – FTR Kawasaki – + 3.188 (CRT)
15- Mattia Pasini – Speed Master Team – ART GP12 – + 3.353 (CRT)
16- Michele Pirro – San Carlo Honda Gresini – FTR Honda – + 3.570 (CRT)
17- Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP12 – + 3.845 (CRT)
18- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda TR003 – + 4.515 (CRT)
19- Ivan Silva – Avintia Blusens – Inmotec MotoGP – + 4.520 (CRT)
20- James Ellison – Paul Bird Motorsport – ART GP12 – + 4.655 (CRT)
21- Chris Vermeulen – NGM Mobile Forward Racing – Suter BMW – + 5.643 (CRT)

Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy