MotoGP Le Mans Prove Libere 1: la pioggia porta Dovizioso 1°

MotoGP Le Mans Prove Libere 1: la pioggia porta Dovizioso 1°

Seguono Casey Stoner e Randy De Puniet sul circuito Bugatti

Commenta per primo!

Come nel 2008, nella MotoGP la pioggia è presenza fissa ed immancabile. Anche a Le Mans nella prima giornata di attività, con le prove libere tornate ad un’ora, non c’è stato il tempo di girare con regolarità: a 25 minuti dalla bandiera a scacchi e, soprattutto, a 9 minuti e spiccioli dal termine la nuvola di fantozziana memoria ha fatto capolino sul circuito Bugatti della Sarthè, non consentendo così ai piloti di percorrere tornate utili alla definizioni del miglior set-up, ma non solo: complici le gomme “full-wet” portate dalla Bridgestone, non aveva un senso logico provare su asfalto bagnato sì, ma non abbastanza per l’utilizzo di queste coperture. In questa situazione a tratti paradossale sorride un pò Andrea Dovizioso, che si toglie la prima grande soddisfazione da pilota ufficiale Honda cogliendo poco prima dell’avvento della pioggia il miglior crono in 1’36″136, portando così la RC212V Factory al comando.

Il forlivese è riuscito a ottenere questa performance proprio all’ultimo giro utile (dove, poco dopo, ha realizzato un “lungo” alla Dunlop chicane), precedendo nientemeno che Casey Stoner di 58 millesimi, alle prese con una Desmosedici GP9 ballerina al posteriore, come la storia recente della top class ci insegna. L’australiano è riuscito comunque, nonostante prolungate soste ai box, a graffiare al vertice, precedendo l’attesissimo Randy De Puniet, terzo davanti al vincitore del GP 2007 Chris Vermeulen e Dani Pedrosa, quinto e generoso nell’uscire dai box anche con pioggia battente. E le Yamaha? Valentino Rossi è sesto a sei decimi e poco più dalla vetta, precedendo Jorge Lorenzo e la coppia di connazionali composta dalla Kawasaki di Melandri e la Suzuki di Capirossi.

Con soli 35 minuti effettivi di prove inframezzati da numerose fermate ai box è praticamente impossibile fare bilanci e trovare riferimenti utili sul passo gara. Di certo l’elettronica dalla gestione “semplificata” made in Ducati non ha portato molto agli altri piloti di Borgo Panigale: Kallio è 13° a 1″6 da Stoner, precedendo Gibernau e Hayden con Niccolò Canepa che non festeggia al meglio il proprio 21° compleanno, segnando l’ultimo crono a quasi 3″ dalla vetta. Non il massimo specie se, come recitano le previsioni metereologiche, nei prossimi due giorni la pioggia sarà presenza costante e attiva in pista.

MotoGP World Championship 2009
Le Mans, Classifica Prove Libere 1

01- Andrea Dovizioso – Repsol Honda Team – Honda RC212V – 1’36.136
02- Casey Stoner – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP9 – + 0.058
03- Randy De Puniet – LCR Honda MotoGP – Honda RC212V – + 0.157
04- Chris Vermeulen – Rizla Suzuki MotoGP – Suzuki GSV-R – + 0.165
05- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 0.340
06- Valentino Rossi – Fiat Yamaha Team – Yamaha YZR M1 – + 0.615
07- Jorge Lorenzo – Fiat Yamaha Team – Yamaha YZR M1 – + 0.888
08- Marco Melandri – Hayate Racing Team – Kawasaki ZX-RR – + 0.888
09- Loris Capirossi – Rizla Suzuki MotoGP – Suzuki GSV-R – + 1.088
10- Colin Edwards – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.133
11- Toni Elias – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 1.134
12- James Toseland – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.602
13- Mika Kallio – Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP9 – + 1.664
14- Sete Gibernau – Grupo Francisco Hernando – Ducati Desmosedici GP9 – + 1.739
15- Nicky Hayden – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP9 – + 1.896
16- Alex De Angelis – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 2.187
17- Yuki Takahashi – Scot Racing Team – Honda RC212V – + 2.503
18- Niccolò Canepa – Pramac Racing – Honda RC212V – + 2.980

Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy