MotoGP: le dichiarazioni dei piloti alla vigilia di Sepang

MotoGP: le dichiarazioni dei piloti alla vigilia di Sepang

I piloti della top class pronti per il GP di Malesia

Commenta per primo!

Vigilia del Gran Premio di Malesia del Motomondiale con la possibilità, in MotoGP, di veder Jorge Lorenzo festeggiare la conquista del titolo iridato. Proprio “Porfuera” parte da questo nel presentare la tappa di Sepang del mondiale, con grandi ambizioni per provare a vincere gara e titolo. Jorge Lorenzo (Fiat Yamaha Team)Sto pensando solo a domenica e se riuscirò a vincere il titolo… è stato uno dei sogni della mia vita e sarebbe bello farcela qui a Sepang. Mi piace un sacco la Malesia e vi ho fatto tanti chilometri in prova sulla mia M1, inoltre ho ottimi ricordi avendovi vinto il mondiale della 250 nel 2007. La pista è lunga e moderna, ma il tempo può essere un problema perché può fare troppo caldo e la pioggia può causare disagi. L’anno scorso è stata una follia con la pioggia e poi sono dovuto partire in ultima posizione sulla griglia di partenza! Preferirei decisamente che fosse asciutto, quest’anno. La squadra ed io ci concentreremo esattamente come abbiamo fatto per tutta la stagione, lavorando sodo dal venerdì e con l’obiettivo di salire sul podio o di vincere. Speriamo di poter ottenere il miglior risultato possibile“. Casey Stoner (Ducati Marlboro Team)Motegi era il nostro grande punto interrogativo per il set-up e abbiamo dovuto lavorare moltissimo per rendere la moto stabile in frenata nelle staccate violente di quella pista. Sepang è diversa quindi forse potremo alzare di nuovo un po’ la moto per aumentare la trazione e vedere come va. In ogni caso credo che possiamo ragionevolmente aspettarci che la moto vada bene anche lì. Abbiamo sempre dato il 120% quest’anno ma solo nelle ultime due gare ne siamo stati davvero ripagati ed è una bella differenza. Altri due Gran Premi in due settimane saranno impegnativi ma sappiamo che se le cose continueranno ad andare come adesso abbiamo decisamente una buona chance di fare bene e lottare per vincere“. Valentino Rossi (Fiat Yamaha Team)Il Giappone è stato molto emozionante per noi e mi sono sentito bene nel combattere lì davanti in tutte le sessioni e in gara: era passato molto tempo dall’ultima volta in cui eravamo stati così forti. Non so dire come si comporterà la mia spalla, almeno fino a quando inizierò a guidare, ma è uno dei miei due o tre circuiti preferiti al mondo e sono sempre felice di correrci. Siamo andati forte qui nei test invernali, ovviamente molto è cambiato da allora, ma abbiamo fatto dei buoni miglioramenti nella moto in Giappone, quindi spero che potremo essere allo stesso livello di forma in questo weekend“. Andrea Dovizioso (Repsol Honda Team)Sono impaziente di correre il GP di Malesia. Siamo in una buona condizione dopo il podio di Motegi a seguito di un weekend davvero positivo per noi, dove siamo stati competitivi in ogni sessione. Abbiamo fatto dei progressi nello sviluppo dell’elettronica, sicuramente dopo Motegi siamo al top. Sepang mi piace molto, qui ho ottenuto il mio primo podio in MotoGP nel 2008, è un circuito completo dove si possono scegliere diverse traiettorie. Sono fiducioso che possiamo ottenere un altro buon risultato“. Nicky Hayden (Ducati Marlboro Team)Dopo aver fatto bene ad Aragon mi è spiaciuto molto non riuscire a ripetermi a Motegi. Non è buono ma penso che dimostri l’alto livello della MotoGP perché se appena non sei al cento per cento, sei subito dietro. In ogni caso adesso andiamo in Malesia, una pista dove abbiamo provato molto durante l’inverno anche se in una situazione molto diversa. Allora avevamo l’intera giornata in pista per lavorare sulla moto adesso tre ore per preparare la gara ma, in ogni caso, è un tracciato che mi piace molto quindi spero di trovare velocemente una buona messa a punto. La squadra sta lavorando benissimo, Casey ha vinto le ultime due gare e la moto ha raggiunto un livello molto buono quindi andremo lì e cercheremo di fare un buon risultato“. Marco Melandri (San Carlo Honda Gresini)A Motegi è andata veramente male e purtroppo a compromettere ulteriormente il risultato è arrivato anche un mio errore nel finale perchè volevo provare a seguire Spies, considerando il margine di sicurezza che avevo sugli avversari che mi seguivano, ma mi è andata male e ho sbagliato. Le difficoltà sono comunque le stesse da inizio anno la moto non si ferma e a mio avviso ha tanti problemi di elettronica. In queste quattro gare che rimangono confido in un regalo da parte della Honda nel riuscire ad impostare meglio l’elettronica. In Malesia andremo un pò meglio che nei test invernali perchè ritengo che siamo in una migliore condizione per quano riguarda le sospensioni ma oggi quello che ci mette in difficoltà ripeto e ne sono convinto è l’elettronica“. Randy De Puniet (LCR Honda MotoGP)Il clima della Malesia sicuramente non ci aiuterà questo weekend, sarà difficile per tutti, pilota e squadra. Il mio infortunio alla gamba non è ancora a posto, ho commesso un errore a Motegi proprio perchè non riuscivo a scalare le marce correttamente, ma se siamo a posto possiamo ottenere un bel risultato. Nel 2007 a Sepang ho concluso quarto, quindi faremo del nostro meglio per far bene questo fine settimana“. Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini)Bene! Sono soddisfatto della gara fatta a Motegi. Ho lottato per il quinto posto e forse ci sarei anche riuscito ma Edwards alla fine era più veloce di me. In ogni caso sono contento perchè a mio avviso abbiamo fatto un buon miglioramento e la spanza è di continuare di questo passo. Adesso purtroppo andiamo su una pista con un tracciato che non mi è mai piaciuto particolarmente ma sulla quale, malgrado questa mia avversità, sono riuscito a disputare alcune belle gare. Quindi cercherò di affrontare questa trasferta con la massima fiducia nelle mie possibilità pensando che, rispetto ai test invernali, la storia sarà completamente diversa e sicuramente più positiva“. Loris Capirossi (Rizla Suzuki MotoGP)Abbiamo mostrato a Motegi di avere il passo per stare più vicino alle prime posizioni in classifica: a parte il ritiro è stato un weekend molto positivo. Sono sicuro che possiamo ripeter anche in Malesia queste prestazioni, mi piace molto Sepang e speriamo vada tutto per il meglio, anche perchè è sempre un piacere correr qui“. Aleix Espargaro (Pramac Racing Team)Che dire, il risultato di Motegi non è certo esaltante. Purtroppo però ho avuto un po’ di problemi con il mio avambraccio che è ancora non in perfette condizioni dopo la caduta di Aragon. Mi auguro di riuscire ad essere al 100% a Sepang dove ho avuto modo di girare in sella alla mia moto sia lo scorso anno e sia durante i test invernali. Dovrò ulteriormente migliorare il mio feeling, ma ho già un po’ di informazioni su cui potrò lavorare sodo per tornare a lottare per le posizioni di vertice“. Hector Barbera (Paginas Amarillas Aspar)Sepang è simile al Motorland Aragon, circuito dove abbiamo disputato una buona gara, pertanto penso partiamo da un buon punto di partenza. In Malesia bisogna caricare molto peso sul posteriore della moto, che sostanzialmente è stato il problema riscontrato a Motegi. Io cerco di essere fiducioso, a Sepang nei test tutto ha funzionato bene: speriamo di riscattare il GP del Giappone“. Alvaro Bautista (Rizla Suzuki MotoGP)Sono davvero impaziente di questo fine settimana, perchè questa è una delle mie piste preferite e dove ho già dei riferimenti nei test invernali. Questo mi aiuterà sin dall’inizio e penso possiamo trovar subito un buon compromesso con la moto. Qui ho ancora il giro record in 125cc, mi son trovato sempre bene e spero di portare la Suzuki nella top-6“. Mika Kallio (Pramac Racing Team)Dobbiamo presto dimenticare il disastroso Gran Premio del Giappone e focalizzarci sul prossimo Gran Premio della Malesia in cui proverò a riscattare il pessimo weekend appena terminato. Ho un discreto score sulla pista malesiana di Sepang, qui ho conquistato infatti tre secondi posti nelle passate stagioni e sono riuscito ad essere molto veloce. Lo scorso anno ho concluso il Gran Premio in decima posizione dopo una discreta gara in cui ero riuscito a risalire fino alla nona posizione“. Hiroshi Aoyama (Interwetten Honda MotoGP)Sepang è il mio circuito preferito e non vedo l’ora di correre qui questa gara. Ho imparato molto sulla moto a Motegi e spero davvero che qui possiamo ottenere un risultato migliore del 10° posto che è stato il mio miglior piazzamento 2010. A Sepang ho vinto in passato e spero di far bene anche questa volta, se non altro perchè abbiamo i riferimenti dei test invernali“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy