MotoGP: le dichiarazioni dei piloti alla vigilia di Barcellona

MotoGP: le dichiarazioni dei piloti alla vigilia di Barcellona

I commenti dei piloti verso il GP di Catalunya

Barcellona conclude la prima serie stagionale di tre gare consecutive con una prospettiva di campionato ben definita: Jorge Lorenzo in testa, gli altri piloti, con distacco, a seguire. Naturalmente è il capoclassifica il principale favorito del weekend e proprio da lui partiamo nel riportare le dichiarazioni dei piloti alla vigilia del Gran Premio di Catalunya grazie al servizio media delle squadre della MotoGP. Jorge Lorenzo (Fiat Yamaha Team)Montmelò è una pista molto speciale per me, è la più vicina a Maiorca e sento il sostegno del pubblico. L’anno scorso ho perso all’ultima curva, ma ora cercherò di tornare sul podio a festeggiare con tutti i miei fan. Abbiamo un buon vantaggio in classifica e questo fatto ci dà fiducia e ci permette di essere tranquilli, ma il team sarà egualmente concentratissimo, ne sono certo. Abbiamo ancora dodici gare, il doppio di quelle che abbiamo già corso! Dobbiamo goderci Montmeló e poi, dopo queste tre gare consecutive, avremo una piccola pausa – una settimana di riposo!“. Dani Pedrosa (Repsol Honda Team)Arrivo al GP di Catalunya con l’umore davvero buono. La scorsa gara di Assen è stato un esempio eccellente del fatto che non ci arrendiamo mai. Le sessioni di prova sono state molto difficili ma il team non si è mai scoraggiato e abbiamo lavorato fino ai secondi finale per ottenere un buon risultato. Sono felice della gara poiché sono stato in grado di mantenere un alto passo dal primo giro fino alla fine e spero che riusciremo a farlo ancora in Catalunya. Fino ad ora in questa stagione abbiamo alternato buoni risultati a cattive performance in ogni gara, ma spero che riusciremo a raggiungere un alto livello a Barcellona – tutti nel mio team sono pronti a questo. E’ un circuito sul quale ho sempre amato guidare, perché è davvero il mio tracciato di casa. I miei amici e la famiglia saranno lì e , assieme ai miei fan, sento più che in ogni altro posto il fatto di essere circondato da supporter. Lo scorso anno è stata molto dura, perché ero infortunato e ho dovuto correre con addosso un’iniezione di antidolorifici. Questa volta andiamo in Catalunya in buona forma. Sappiamo di dover lavorare duramente per trovare il set-up della moto perché su questo circuito è sempre difficile trovare dei buoni parametri per il mezzo, e quelli che abbiamo usato ad Assen probabilmente non andranno bene per questo. Ma spero di risolvere tutto questo già da sabato, fare una buona qualifica ed essere pronto per combattere al massimo livello in gara. Fino ad ora quando siamo stati davanti è stato l’impegno che ci ha portato lì, quindi dobbiamo continuare a spingere in questo modo a Barcellona questo week-end“. Casey Stoner (Ducati Marlboro Team)In Catalunya in passato abbiamo fatto delle gare fantastiche e altre meno belle ma generalmente è una pista che mi piace molto, una di quelle a cui sono più affezionato. Spero che riusciremo a risolvere alcuni dei problemi che di solito abbiamo lì e di essere competitivi, perché stiamo piano piano migliorando ma abbiamo bisogno di ottenere dei buoni risultati. Sarebbe bello cominciare a farlo in Catalunya. Il layout è molto bello, molto classico, ma per la nostra moto a volte è stato un problema trovare un buon “grip”. Dobbiamo cercare di riuscirci quest’anno e spero di potermi divertire perché normalmente lì le gare sono molto combattute“. Andrea Dovizioso (Repsol Honda Team)Sono molto contento di poter affrontare subito il Gran Premio di Catalunya, visto l’ultima gara possiamo girare velocemente pagina sul risultato di Assen e puntare ad uno buono a Montmelò. Questo è uno dei miei tracciati preferiti, si adatta al mio stile di guida e penso che sarà buono per le Honda RC212V. E’ un tracciato lungo con curve veloci ed è una bellissima sensazione quando lo percorri con le giuste linee, collegando ogni curva con la successiva. C’è inoltre un’atmosfera fantastica su questo tracciato, e quando entri nelle quattro curve finali sembra di essere in uno stadio e la sensazione è incredibile. Ho sempre avuto buoni risultati qui e mi sento molto motivato. Siamo risultati competitivi in questa stagione fino ad ora e generalmente siamo stati più vicini al passo dei primi in molte gare. Ad ogni modo, dobbiamo fare un altro passo in avanti che ci permetta di competere per la vittoria – è ciò che proveremo a fare questo week-end. Non vedo l’ora che inizi la nuova sfida in Spagna“. Nicky Hayden (Ducati Marlboro TeamIl Gran Premio di Catalunya è uno dei più belli della stagione. Quando corriamo in Spagna c’è sempre un grande pubblico e un’atmosfera molto calorosa. La pista piace a tutti, anche se purtroppo nel tempo si sono formate molte buche. Per quanto riguarda la messa a punto sarà importante riuscire a trovare una buona trazione perché ci sono tanti curvoni dove si sta a lungo in piega. Ci sono anche dei punti dove si frena forte, quindi è necessario un buon compromesso tra stabilità e maneggevolezza. Cercheremo di fare un buon lavoro“. Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini)L’inconveniente tecnico alle gomme di Assen non ci voleva! In parte ha rallentato la mia crescita e la possibilità di migliorare il risultato di Silverstone. Peccato! Però alla fine ero anche contento di aver portato a termine la gara in quelle condizione. E’ stata un’altra esperienza seppur negativa che comunque ti aiuta a crescere. A Barcellona vorrei riprendere dalle prove di Assen dove ero andato decisamente bene e cercare così di riscattare la gara olandese. La pista di Barcellona mi piace molto e su questa pista ho vinto in 250 e sicuramente dovrei trovarmi bene. Il mio feeling con la moto è cresciuto e grazie al Team ed alla Honda la mia crescita è costante, il distacco dai primi in termini cronometrici si sta riducendo ed in me è sempre più forte la convinzione di poter lottare presto per le posizioni che contano“. Randy De Puniet (LCR Honda MotoGP)Barcellona è un altro circuito con molte curve veloci che ben si adatta al mio stile di guida: questo mi rende fiducioso di poter raccogliere un altro risultato positivo. Qui ho vinto 2 volte in 250cc e sono stato davanti con Kawasaki nel 2007, ho davvero dei buoni ricordi. Non voglio pensare al podio perchè dobbiamo concentrarci sul lavoro di ottenere più punti possibili, anche se so di disporre di un ottimo pacchetto in questo momento“. Marco Melandri (San Carlo Honda Gresini)Vado a Barcellona con la ferma intenzione di dimenticare le ultime delusioni di Silverstone ed Assen. Dovrò chiaramente verificare come mi troverò in sella dopo la brutta caduta sul circuito olandese ma la mia determinazione e la voglia di riscatto è grande. In questi pochi giorni ho fatto molta rieducazione alla spalla purtroppo non sarò sicuramente al meglio della condizione fisica ma cercherò di scendere in pista comunque con grande determinazione. Ho una gran voglia di riprendere da dove ho lasciato dalle prove di Assen dove avevo ulteriormente capito che avevamo imboccato la giusta strada nella messa a punto della moto. Spero di poter essere in forma e continuare questo lavoro che sono convinto ci porterà a ottenere delle soddisfazioni“. Loris Capirossi (Rizla Suzuki MotoGP)Dobbiamo tornare presto in pista per cercare di capire i problemi che abbiamo avuto in queste gare. Il circuito di Barcellona mi piace, so di poter fare bene e anche la GSV-R. A ogni gara il nostro team lavora moltissimo, ma non riusciamo a trovare le risposte di cui abbiamo bisogno e con un calendario serrato come quello di quest’anno e così pochi test non abbiamo molto tempo per apportare grandi modifiche e individuare i problemi. A nessuno vanno bene i nostri risultati, ma ora pensiamo a quello che c’è da fare, tutto il team è ancora motivato e saremo presto in grado di capovolgere la situazione“. Aleix Espargaro (Pramac Racing Team)Per essere un rookie ci stiamo mantenendo su di un buon livello in questa fase della stagione. Senza contrare le prime due gare, dove purtroppo sono incappato in due scivolate, avrei potuto finire nei primi dieci in tutte le gare. Venerdì era andato tutto bene, ho ottenuto il settimo tempo assoluto molto vicino dagl’altri. Anche sabato ero molto vicino ai piloti più veloci pur ottenendo la decima posizione sulla griglia di partenza. Purtroppo ho sbagliato la partenza e mi sono subito trovato distante dai piloti di testa. Non vedo l’ora di correre sulla pista del Montmelò che considero la mia pista di casa. Pur non avendo ottenuto grandissimi risultati su questo tracciato nelle quattro gare del motomondiale in cui ho avuto modo di correrci, dista a pochi chilometri da Granollers dove sono nato. Darò il massimo per ottenere un piazzamento di rilievo, lo devo al mio Team che ha sempre creduto in me e ai miei tifosi che mi sosterranno dagli spalti“. Alvaro Bautista (Rizla Suzuki MotoGP)Mi sono riposato un paio di giorni e il braccio va molto meglio di Assen, sono sicuro che questo fine settimana sarà molto più forte. Barcellona è il circuito giusto, è lungo e molto veloce, fisicamente non è impegnativo come quello di Assen. E’ un posto speciale per tutti i piloti spagnoli perché ci sono tantissimi tifosi che ci incitano e che vogliono che andiamo veloci, una sensazione bellissima. A Barcellona ho vinto in 125cc nel 2006 e in 250cc nel 2009, per cui ho ottimi ricordi. E’ il mio Gran Premio di casa, cercherò di ottenere una buona gara per me e per tutto il team, ne abbiamo davvero bisogno, questo è il posto giusto in cui iniziare“. Hector Barbera (Paginas Amarillas Aspar)Anche se ad Assen non è stato un weekend facile siamo riusciti a trovare degli aspetti positivi sulla gara. Barcellona è un circuito favorevole a me, ho ottenuto buoni risultati in 125 e 250 e spero di fare altrettanto in MotoGP. Ad Assen abbiamo imparato molto nella definizione del set-up e sicuramente ci tornerà utile per questo fine settimana: Montmelò è un circuito veloce, tecnico, mi piace. Dobbiamo ottenere un buon risultato per i nostri tifosi, ma anche per tutti noi“. Mika Kallio (Pramac Racing Team)Il risultato ottenuto ad Assen non è certo esaltante, ma mi auguro che l’undicesima posizione finale conquistata nel Gran Premio Olandese serva a dare la svolta alla mia stagione. In passato ho sempre avuto buone soddisfazioni sulla pista catalana e spero di averne anche domenica prossima a fine gara. L’anno scorso ho concluso la gara in nona posizione e nei test del giorno dopo ho ottenuto il quarto miglior tempo in assoluto. Sarà dai dati ottenuti l’anno scorso che dovremo partire questo fine settimana. E’ una bellissima pista, con tratti molto veloci e altri molto guidati, non dovrei aver problemi di adattamento a questo tracciato. Qui ho avuto qualche soddisfazione in passato, nel 2005 ho conquistato una pole e un terzo posto nella mia ultima stagione di 125cc. Darò il massimo per conquistare un piazzamento di rilievo che manca ormai dal Gran Premio di Jerez“. Wataru Yoshikawa (Fiat Yamaha Team)Sono eccitato all’idea di guidare la M1 in Spagna, anche se mi dispiace molto per l’incidente di Valentino. Ho guidato una sola volta in MotoGP, a Motegi nel 2002, e questa è la prima volta che corro a Montmeló. I risultati dimostrano che Yamaha quest’anno ha fatto un buon lavoro con lo sviluppo invernale della M1 e sono certo che queste poche gare che disputerò saranno estremamente utili per la futura evoluzione della nostra moto“. Kousuke Akiyoshi (Interwetten Honda MotoGP)Assen per me era un circuito completamente nuovo, mentre a Barcellona ci sono già stato in passato anche se tanto tempo fa. So che correrà anche il collaudatore della Yamaha Yoshikawa, per cui sarà curioso il duello tra di noi: spero di vincerlo!“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy