MotoGP: le CRT a Valencia con novità ed il titolo in palio

MotoGP: le CRT a Valencia con novità ed il titolo in palio

Duello in casa Aspar, in pista Aoyama e Corti

Commenta per primo!

L’ultimo round della prima (interlocutoria) stagione della classe CRT in MotoGP. I rappresentanti dei “Claiming Rule Team” all’Autodromo Ricardo Tormo di Valencia si presenteranno con diverse tematiche d’interesse a cominciare dalla sfida che vale il titolo mondiale di categoria tutto in casa Aspar tra le ART-Aprilia di Aleix Espargaro e Randy De Puniet. Distanziati da 11 punti in classifica di campionato, i due alfieri della formazione di Jorge “Aspar” Martinez si daranno battaglia con Espargaro nettamente favorito sulla categoria, forte di un vantaggio costruito con una sequenza di 9 vittorie (Jerez, Estoril, Barcellona, Silverstone, Laguna Seca, Aragon, Motegi, Sepang e Phillip Island) nelle 17 gare disputate contro le sole 5 affermazioni conseguite dal compagno di squadra Randy De Puniet, in trionfo quest’anno ad Assen, Sachsenring, Mugello, Brno e Misano. Pesa per RDP il doppio-zero rimediato, per propri errori, tra Motegi e Sepang, sufficiente per consentire ad Aleix Espargaro di vantare un prezioso “tesoretto” di 11 punti da amministrare a Cheste. Di fatto il pilota iberico, tornato quest’anno in MotoGP dopo la precedente esperienza con Ducati Pramac a cavallo del 2009 e 2010, è già il primo Campione “virtuale” della classe CRT, basti pensare che nell’eventualità di uno “zero” De Puniet dovrebbe concludere addirittura 5° assoluto, un obiettivo oggettivamente fuori portata per gli attuali protagonisti dei “Claiming Rule Team”. Si prospetta dunque una grande “fiesta” a Valencia per Aleix Espargaro, riconfermato insieme a Randy De Puniet al team Aspar per una stagione 2013 che non vedrà al via in questa classe Michele Pirro, deciso a Cheste dove vinse (con emozione) lo scorso anno in Moto2 a chiuder al meglio questa esperienza tra le CRT in sella alla FTR motorizzata Honda CBR 1000RR Ten Kate del team Gresini. Il pilota di San Giovanni Rotondo, sotto contratto in qualità di tester ed occasionalmente pilota Ducati per la stagione 2013 (dovrebbe provare già martedì la Desmosedici del team Pramac in sostituzione dell’infortunato Ben Spies), punta a difendere il terzo posto in campionato e, se ci sarà l’occasione, alla prima vittoria di categoria, sfiorata lo scorso mese di giugno ad Assen. Classifica alla mano, Pirro è comprensibilmente il grande favorito per il terzo posto in graduatoria complice l’assenza per infortunio di Yonny Hernandez ed il discreto vantaggio nei confronti di James Ellison (che nel 2013 al Paul Bird Motorsport lascerà spazio proprio al pilota colombiano) e Colin Edwards, con più staccato Danilo Petrucci che ha totalizzato punti importanti (doppio-podio di classe tra Sepang e Phillip Island) da quando è passato alla Ioda-Suter-BMW che lo accompagnerà anche l’anno prossimo sempre sotto le insegne di Iodaracing Project. Con Roberto Rolfo confermato al via con la ART del Speed Master Team (a caccia dei primi punti stagionali), a Valencia non mancheranno diverse novità tutte proposte dal team Avintia Blusens BQR. In sostituzione dell’infortunato Yonny Hernandez, tornerà per una “gara-test” in previsione 2013 (dove sarà affiancato da Hector Barbera) Hiroshi Aoyama, l’ultimo Campione del Mondo 250cc della storia vantando trascorsi in MotoGP dove ha difeso i colori dei team Interwetten, Gresini e, lo scorso anno ad Assen, addirittura del team ufficiale Repsol Honda in sostituzione dell’infortunato Dani Pedrosa. Per un “Hiro” che ritorna e salirà in sella alla BQR-FTR Kawasaki, c’è un Claudio Corti all’esordio sempre con Avintia Blusens, ma con la Inmotec, CRT caratterizzata da un telaio misto carbonio-alluminio già intravista nei primi round 2012 con Ivan Silva alla guida. Il pilota comasco, sesto italiano ai nastri di partenza (siamo la nazione più rappresentata in termini numerici della top class), sarà al debutto in MotoGP alla scoperta di gomme e categoria in vista della prossima stagione dove affiancherà Colin Edwards al Forward Racing con una CRT (Suter-BMW, FTR o ART) ancora da definire. MotoGP World Championship 2012 La Classifica CRT 01- Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP12 – 69 02- Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP12 – 58 03- Michele Pirro – San Carlo Honda Gresini – FTR Honda MGP12 – 32 04- James Ellison – Paul Bird Motorsport – ART GP12 – 28 05- Yonny Hernandez – Avintia Blusens – BQR FTR – 28 06- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – Suter BMW – 25 07- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – 19 08- Mattia Pasini – Speed Master Team – ART GP12 – 13 09- Ivan Silva – Avintia Blusens – BQR FTR – 12 10- David Salom – Avintia Blusens – BQR FTR – 1 Vittorie per Pilota Aleix Espargaro: 9 (Jerez, Estoril, Barcellona, Silverstone, Laguna Seca, Aragon, Motegi, Sepang, Australia) Randy De Puniet: 5 (Assen, Sachsenring, Mugello, Brno, Misano) Colin Edwards: 1 (Losail) James Ellison: 1 (Le Mans) Yonny Hernandez: 1 (Indianapolis) Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy