MotoGP: la FIM intensifica i controlli anti doping

MotoGP: la FIM intensifica i controlli anti doping

Prevista una nuova modalità di controllo

Commenta per primo!

La Fédération Internationale de Motocyclisme ha annunciato il via ad un nuovo capitolo della lotta contro il Doping. A partire da quest’anno infatti, per meglio seguire le disposizioni del codice stabilito dal WADA (World Anti-Doping Agency) adottato dal 2003, verrà istituito un pool registrato di piloti dei vari campionati seguiti dalle cinque commissioni FIM (Road Racing, Motocross, Trial, Enduro e Track Racing).

I centauri selezionati dovranno costantemente riferire alla FIM, attraverso l’uso di un’interfaccia/database web chiamato ADAMS (Anti-Doping Administration & Management System) riguardo alle varie attività svolte quotidianamente e sull’assunzione di qualsivoglia farmaco o sostanza.

Per i piloti non facenti parte di questo programma, rimarrà la possibilità di essere soggetti a controlli casuali, come quelli effettuati lo scorso marzo per la MotoGP e quelli nel weekend di Imola per la World Superbike.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy