MotoGP: Jorge Lorenzo “Oggi era la gara di Stoner”

MotoGP: Jorge Lorenzo “Oggi era la gara di Stoner”

Ci prova, ma alla fine si accontenta del 2° posto

Commenta per primo!

Se c’erano dubbi sulla determinazione di Jorge Lorenzo dopo la conquista del titolo mondiale, oggi a Phillip Island sono spazzati via da una gran gara disputata dal pilota della Yamaha. Il Campione del Mondo 2010 ha concluso sì staccatissimo da Casey Stoner, ma a tratti rimasto l’unico pilota in grado di tenere il suo passo, tanto da viaggiare in solitaria verso questo piazzamento da “runner-up” in Australia.

Un risultato che riporta il Lorenzo concreto e libero dai pensieri-calcoli di campionato prima delle due recenti gare di Motegi e Sepang, abbastanza per staccare di gran lunga Valentino Rossi che ha concluso in terza posizione davanti a Nicky Hayden.

Che Stoner oggi sarebbe stato difficile da battere lo sapevamo“, spiega Lorenzo. “Ho fatto del mio meglio, sono andato più forte che potevo soprattutto all’inizio, ma oggi era la sua gara. Nei primi giri sembrava che riuscissi a recuperare su di lui, ma al giro successivo puntualmente guadagnava altri decimi così verso metà gara ho capito che era meglio non prendere rischi anche perchè avevo davvero poche speranze di andarlo a prendere.

Anche se non sono riuscito a vincere mi sono divertito, specialmente a guidare la mia moto su questo tracciato dopo qualche sessione di prova difficile per via del meteo. Adesso è finita la tripla extra-europea e posso tornare a casa nella mia Maiorca e festeggiare con i miei familiari e amici il titolo mondiale.

Oltre a questo c’è il titolo team che abbiamo conquistato proprio oggi e questa è la dimostrazione che abbiamo lavorato al massimo ed è un riconoscimento per tutti noi“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy