MotoGP Jerez Qualifiche: Jorge Lorenzo torna in pole

MotoGP Jerez Qualifiche: Jorge Lorenzo torna in pole

Marquez e Iannone in prima fila, Rossi in seconda (5°)

Commenta per primo!

Eccezion fatta per la conclusiva mezz’ora di prove pre-qualifiche, al Circuito de Jerez in tutti i turni di prove Jorge Lorenzo è rimasto davanti a tutti. Non poteva pertanto che esser lui ad aggiudicarsi la pole del Gran Premio di Spagna con un giro (spaziale) in 1’37″910, viatico per portare a 58 il numero delle pole position conseguite in carriera (31 delle quali in MotoGP), ponendo la parola fine ad un digiuno che proseguiva ininterrottamente da Misano 2014. Legittima la soddisfazione di “Porfuera” in grado (l’unico) di infrangere il muro dell’1’38” e ritoccare il record della pista, poleman in una prima fila “multi-marca” con rappresentate Yamaha, Honda e Ducati.

Il merito è di Marc Marquez e Andrea Iannone, rispettivamente secondo e terzo con distacchi di 0″390 e 0″558 da un sensazionale Lorenzo, presentatisi al decisivo “Q2” delle qualifiche ufficiali con stati d’animo contrapposti: il Campione del Mondo in carica complice una scivolata senza conseguenze (anche per il dito mignolo fratturat…) nel corso della FP4, il Ducatista fortificato proprio dal best lap conseguito nell’ultimo turno di libere. Lorenzo, Marquez e Iannone prenderanno così il via davanti ai fratelli Pol (4°) ed Aleix (6°) Espargaro, tra di loro scatterà dalla quinta casella Valentino Rossi accusando 7/10 dal tempo della pole del proprio teammate.

Un errore al suo ultimo time attack ha invece relegato Andrea Dovizioso in ottava casella tra l’ex compagno di squadra Cal Crutchlow (7°) ed un positivo Yonny Hernandez, 9° e così come Danilo Petrucci (11°) qualificatosi per i 15 decisivi minuti di qualifiche ufficiali superando la “tagliola” del Q1 primeggiata proprio dal ternano del Pramac Racing su Ducati GP14. Primo tra gli esclusi dal “Q2”, Hector Barbera prenderà il via dalla tredicesima casella affiancato da un rabbuiato Maverick Vinales (causa traffico?) e Alvaro Bautista, 5° nel “Q1” portando la Aprilia RS-GP davanti a tutte le Honda RC213V-RS “Open” e persino la “Factory Spec.” condotta da Hiroshi Aoyama, sedicesimo in griglia. Gara in salita invece per il sammarinese Alex De Angelis (24° casella su ART GP14 di Iodaracing Project) con Marco Melandri (Aprilia RS-GP) a chiudere il gruppo. Il via della gara domani alle 14:00.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy