MotoGP Jerez Prove Libere 3: Crutchlow 1°, ma che bagarre!

MotoGP Jerez Prove Libere 3: Crutchlow 1°, ma che bagarre!

Distacchi contenuti con Pedrosa, Lorenzo e Rossi a ruota

Si lavora in ottica gara, ma si monta anche la “morbida” per rientrare tra i dieci ammessi di diritto nel decisivo “Q2” delle qualifiche ufficiali. Di certo non un problema per Cal Crutchlow, autore del miglior riferimento cronometrico nella sessione di prove libere del sabato mattina a Jerez de la Frontera in 1’38″975, conferma di quanto di buono espresso nei test invernali (sua la “pole” lo scorso mese di marzo) e nella giornata di ieri in sella alla Yamaha YZR M1 del Team Tech 3. Tuttora alla ricerca della sua prima pole position in carriera nella top-class, il Campione del Mondo Supersport 2009 insieme a Dani Pedrosa (secondo a soli 19 millesimi!) è stato l’unico ad infrangere il muro dell’1’39”, con tutto il potenziale per riconfermarsi questo pomeriggio con la pole in palio.

Una Yamaha “satellite” davanti a tutti, ma le M1 Factory sono.. a ruota: Jorge Lorenzo e Valentino Rossi rispettivamente in terza e quarta posizione scontano uno svantaggio di 1/10 e spiccioli (103 millesimi per “Porfuera” nel giorno del suo 26esimo compleanno, 130 per il “Dottore”), distacco che sale a mezzo secondo per Andrea Dovizioso, quinto assoluto con la Ducati Desmosedici GP13 ufficiale ed autore di un giro veloce che ha fatto abbozzare un sorriso al box in Rosso. Buone notizie in Ducati con altre GP13 già ammesse di diritto al “Q2” grazie a Nicky Hayden (8°) ed Andrea Iannone (9° e fermato nel finale da un problema tecnico), preceduti sì da Marc Marquez (6° a mezzo secondo dalla vetta), ma anche da un sensazionale Hector Barbera, 7° assoluto con la BQR-FTR motorizzata Kawasaki Ninja ZX-10R del team Avintia Blusens (ex-By Queroseno Racing), primo di classe CRT a scapito di Aleix Espargaro, dodicesimo e penalizzato da una scivolata ad inizio turno alla ribattezza “curva Lorenzo” già “Ducados”.

Se Alvaro Bautista con il decimo crono ha ottenuto il lasciapassare per il “Q2”, dovranno passare per la tagliola del “Q1” tre piloti in sella a prototipi MotoGP 1000cc come Stefan Bradl (undicesimo ed in difficoltà), Bradley Smith (13°) e Michele Pirro, quattordicesimo sì con la “nuova” Desmosedici GP13, ma a soltanto 1″ dal tempone di Cal Crutchlow, sintomatico del livello di competitività della top class sul tracciato andaluso. Sugli stessi livelli si è attestato anche un convincente Danilo Petrucci, 15° con la Ioda-Suter-BMW iscritta tra i “Claiming Rule Team”, meglio rispetto alla seconda ART-Aspar di Randy De Puniet ed al connazionale Claudio Corti, 23° con la FTR Kawasaki del Forward Racing.

Non prenderà parte alle qualifiche e alla gara di domani invece Karel Abraham, costretto alla resa per la recente frattura alla clavicola destra rimediata al Circuit of the Americas di Austin riuscendo a completare ieri “Non più di quattro giri consecutivi” in sella alla propria ART schierata dal Cardion AB Motoracing: ci riproverà tra due settimane a Le Mans.

MotoGP World Championship 2013
Circuito de Jerez, Classifica Prove Libere 3

01- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – 1’38.975
02- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.019
03- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.103
04- Valentino Rossi – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.130
05- Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 0.519
06- Marc Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.525
07- Hector Barbera – Avintia Blusens – BQR FTR – 0.640 (CRT)
08- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 0.645
09- Andrea Iannone – Energy T.I. Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13 – + 0.712
10- Alvaro Bautista – GO&FUN Honda Gresini – Honda RC213V – + 0.795
11- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 0.858
12- Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP13 – + 0.913 (CRT)
13- Bradley Smith – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.009
14- Michele Pirro – Ducati Test Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 1.060
15- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – + 1.434 (CRT)
16- Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP13 – + 1.579 (CRT)
17- Hiroshi Aoyama – Avintia Blusens – BQR FTR – + 2.129 (CRT)
18- Lukas Pesek – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – + 2.221 (CRT)
19- Bryan Staring – GO&FUN Honda Gresini – FTR Honda MGP13 – + 2.543 (CRT)
20- Yonny Hernandez – Paul Bird Motorsport – ART GP13 – + 2.732 (CRT)
21- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – + 2.740 (CRT)
22- Michael Laverty – Paul Bird Motorsport – PBM 01 – + 3.038 (CRT)
23- Claudio Corti – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – + 3.322 (CRT)

Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy