MotoGP Jerez Prove Libere 1: Valentino Rossi al comando

MotoGP Jerez Prove Libere 1: Valentino Rossi al comando

Secondo è Loris Capirossi, terzo Casey Stoner

Commenta per primo!

Le prove non erano iniziate al meglio per Valentino Rossi. Un problema tecnico, ed il cambio in corsa prima di scendere in pista dalla Moto-1 alla 2. Non un problemino di poco conto, ma evidentemente non abbastanza per fermare il Campione del Mondo in carica, capace di restare sempre e costantemente al comando del turno inaugurale di prove libere a Jerez de la Frontera, grazie al crono di 1’39″647. Tra prove comparative di set-up e pneumatici, Rossi (nella foto Dorna Sports) ha viaggiato sempre sotto l’1’40” con grande soddisfazione al box dei colori Fiat, con una Yamaha parsa, per quanto può valere questo primo turno di prove, nettamente in vantaggio sulla concorrenza, come confermato dalle performance di Jorge Lorenzo (4°) e Colin Edwards (6°), a lungo proprio alle spalle del “Dottore”. Parte con il verso giusto il weekend andaluso per Valentino, con gli avversari costretti ad inseguire tra volti noti e volti… ritrovati.

Risponde alla seconda descrizione Loris Capirossi, che grazie anche ad una “scia” del compagno di squadra Chris Vermeulen è riuscito a spiccare il secondo miglior tempo rivelando come la Suzuki stia, step by step, prendendo un discreto livello di competitività. L’imolese è a 364 millesimi da Rossi, davanti soprattutto a Casey Stoner, manco a dirlo l’unica Ducati non solo nella top ten, ma nelle prime dodici posizioni. Tuttavia all’australiano, più che il vantaggio sui compagni di marca, è preoccupato di quanto ci sia da recuperare dalla Yamaha #46: oltre 6 decimi, realistici, veritieri. D’altronde, lo aveva detto ieri in conferenza stampa: “Un podio sarebbe il massimo“. Ripensando al 2008, ancor di più.

Proseguendo nell’analisi delle prove, quinto tempo per Andrea Dovizioso alle spalle del vincitore di Motegi e leader di campionato, Jorge Lorenzo. La Honda trova Dani Pedrosa solo in decima piazza preceduta dalla Kawasaki di Marco Melandri, con Toni Elias che naufraga in 15° piazza nonostante la disponibilità di una RC212V Factory Spec. Da evidenziare la 12° posizione di Sete Gibernau, secondo miglior Ducatista con la GP9 del team Francisco Hernando che riprende gli originari colori della Presentazione del novembre scorso, tralasciando la livrea della Guinea Equatoriale. L’ex vice-campione del mondo è stato in grado di precedere Alex De Angelis (13°), Mika Kallio (14°) e gli altri due Ducatisti, Nicky Hayden e Niccolò Canepa, mestamente in penultima e ultima posizione con distacchi quasi da depressione rispetto alla vetta.

MotoGP World Championship 2009
Jerez, Classifica Prove Libere 1

01- Valentino Rossi – Fiat Yamaha Team – Yamaha YZR M1 – 1’39.647
02- Loris Capirossi – Rizla Suzuki MotoGP – Suzuki GSV-R – + 0.364
03- Casey Stoner – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP9 – + 0.621
04- Jorge Lorenzo – Fiat Yamaha Team – Yamaha YZR M1 – + 0.794
05- Andrea Dovizioso – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 0.954
06- Colin Edwards – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.056
07- Randy De Puniet – LCR Honda MotoGP – Honda RC212V – + 1.219
08- Chris Vermeulen – Rizla Suzuki MotoGP – Suzuki GSV-R – + 1.416
09- Marco Melandri – Hayate Racing Team – Kawasaki ZX-RR – + 1.535
10- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 1.561
11- James Toseland – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.814
12- Sete Gibernau – Grupo Francisco Hernando Team – Ducati Desmosedici GP9 – + 1.884
13- Alex De Angelis – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 1.910
14- Mika Kallio – Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP9 – + 1.937
15- Toni Elias – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 2.089
16- Yuki Takahashi – Scot Racing Team MotoGP – Honda RC212V – + 2.251
17- Nicky Hayden – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP9 – + 2.269
18- Niccolò Canepa – Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP9 – 2.416

Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy