MotoGP Indianapolis Prove Libere 1: Stoner batte Lorenzo

MotoGP Indianapolis Prove Libere 1: Stoner batte Lorenzo

Valentino Rossi è in 5° posizione, Spies a terra

di Redazione Corsedimoto

Una monoposto rossa ha vinto quest’anno la 500 miglia condotta da Dario Franchitti, una moto dello stesso colore ha comandato la prima sessione di prove libere della MotoGP a Indianapolis. Si tratta della Ducati Desmosedici GP10 di Casey Stoner in una delle sue ultime apparizioni con la casa di Borgo Panigale, ma legittimando al meglio il contratto proponendosi quale leader nella seconda trasferta americana nel mondiale. Tre volte sotto il muro dell’1’41”, miglior riferimento cronometrico finale in 1’40″884 percorrendo ben 22 giri, tanti rispetto ai suoi standard abituali.

Buon segno per il Campione del Mondo 2007 che ha promesso una vittoria alla Ducati prima di passare/tornare in Honda per la prossima stagione, provando a battere “IronmanJorge Lorenzo già in seconda posizione pagando poco più di 2 decimi nel raffronto cronometro senza riuscire a battere il muro dell’1’41”. Dalla sua, secondo copione, c’è il “passo gara” avvicinato per pochi giri da Stoner e, nelle prime fasi della sessione, anche da Ben Spies, salvo poi volare a terra negli ultimi minuti alla curva 13 in uno dei suoi giri veloci (era sotto di 31 millesimi al T1) perdendo così terreno in classifica (8° dopo esser stato anche in testa).

E Valentino Rossi? Soltanto l’ultimo personale giro lo “salva” da una situazione in classifica altrimenti problematica: quinto, ma con 7 decimi da recuperare, navigando per tutti e 60 i minuti della sessione con 1″ (minimo) di svantaggio rispetto ai piloti di testa. Al contrario di Stoner, le prolungate soste e la gestualità ai box non sembrano lasciar presagire nulla di buono per questo suo primo weekend dopo l’annuncio del suo passaggio in Ducati, anche vedendo il confronto con altre competitive Yamaha, vedi un ritrovato Colin Edwards con il sesto tempo.

Nonostante una scivolata all’attivo, sbattendo nuovamente con la mano sinistra dolorante sin da Brno, Nicky Hayden sente l’aria di casa e conquista il 3° tempo in un circuito dove è salito sul podio tanto nel 2008 (2°) quanto nel 2009 (3°, primo podio con Ducati). Tra i primi 10 figurano anche Andrea Dovizioso con il settimo tempo, Aleix Espargaro che sorprende con il 9° crono lasciandosi alle spalle la coppia Honda Gresini composta nell’ordine da Marco Melandri e Marco Simoncelli. Alvaro Bautista, 14°, è il primo dei piloti Suzuki proprio davanti al team-mate Loris Capirossi, indietro Hiroshi Aoyama al rientro e Randy De Puniet non ancora al meglio, pienamente giustificabile lo svantaggio di 2″1 dalla vetta.

MotoGP World Championship 2010
Indianapolis, Classifica Prove Libere 1

01- Casey Stoner – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP10 – 1’40.884
02- Jorge Lorenzo – Fiat Yamaha Team – Yamaha YZR M1 – + 0.225
03- Nicky Hayden – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP10 – + 0.521
04- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 0.537
05- Valentino Rossi – Fiat Yamaha Team – Yamaha YZR M1 – + 0.739
06- Colin Edwards – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.780
07- Andrea Dovizioso – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 0.799
08- Ben Spies – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.838
09- Aleix Espargaro – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP10 – + 1.108
10- Marco Melandri – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 1.263
11- Marco Simoncelli – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 1.384
12- Hector Barbera – Paginas Amarillas Aspar – Ducati Desmosedici GP10 – + 1.484
13- Mika Kallio – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP10 – + 1.716
14- Alvaro Bautista – Rizla Suzuki MotoGP – Suzuki GSV-R – + 1.812
15- Loris Capirossi – Rizla Suzuki MotoGP – Suzuki GSV-R – + 1.906
16- Hiroshi Aoyama – Interwetten Honda MotoGP – Honda RC212V – + 1.990
17- Randy De Puniet – LCR Honda MotoGP – Honda RC212V – + 2.103

Alessio Piana

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy