MotoGP Indianapolis Prove 2: Dani Pedrosa velocissimo

MotoGP Indianapolis Prove 2: Dani Pedrosa velocissimo

Lascia Spies, Lorenzo, Dovizioso e Stoner alle sue spalle

Commenta per primo!

Secondo turno di prove libere della MotoGP ad Indianapolis nel segno di Dani Pedrosa. A poco meno di 2 minuti dall’esposizione della bandiera a scacchi il pilota catalano, in sella alla “nuova” Honda RC213V (telaio e motore), ha staccato il miglior riferimento in 1’39″783 sotto, seppur per una manciata di millesimi, al giro record in gara di Casey Stoner dello scorso anno in 1’39″807. Buoni riscontri per il tri-Campione del Mondo in trionfo all’Indianapolis Motor Speedway nel 2010, riproponendo di fatto il duello di due anni or sono con Ben Spies, 2° a 0″295 dalla vetta, molto competitivo sul passo gara con gomma dura.

Se Pedrosa comanda la classifica, alle sue spalle si presenta un terzetto di Yamaha YZR M1 1000cc con Spies davanti a Jorge Lorenzo (3°) e Andrea Dovizioso (4°), entrambi con 7/10 da recuperare, ma pur sempre davanti a Casey Stoner, il più veloce nella mattinata, soltanto 5° in questa sessione restando a lungo ai box con qualche problema di troppo nella definizione del miglior set-up per la propria “ibrida” Honda RC213V portata in trionfo nell’ultimo GP a Laguna Seca. Con il Campione del Mondo in carica inusitatamente a 840 millesimi dal proprio compagno di squadra, il distacco sale a più di 1″ per Cal Crutchlow, 6° su Yamaha Tech 3, con le Honda RC213V “Clienti” di Alvaro Bautista (Team Gresini, livrea San Carlo) e Stefan Bradl (Team LCR, per l’occasione veste grafica Red Bull) a seguire.

Le Ducati? Dopo l’exploit della mattinata Nicky Hayden, con il casco “Easy Rider”, chiude in 9° piazza accusando uno svantaggio di 1″6, nello specifico 132 millesimi meglio rispetto a Valentino Rossi che completa la top-10 lasciando a poco più di 3/10 il “poleman” della CRT Randy De Puniet, 11° assoluto con la ART-Aprilia del team Aspar seguito da Karel Abraham e da un ottimo Mattia Pasini, 2° con la ART Speed Master tra i “Claiming Rule Team”.

Se Michele Pirro (FTR Honda TKRP del team Gresini) è 16° e Danilo Petrucci 21° all’esordio ad Indianapolis con la Ioda TR003, chiude il gruppo il veterano del motociclismo americano Aaron Yates, al ritorno in gara dalla porta principale dopo due anni di assenza con la GPTech/BCL Motorsports GP212 motorizzata Suzuki GSX-R 1000 K9. Non ha girato invece Steve Rapp a seguito della rottura del propulsore Kawasaki della propria APR (acronimo di Attack Performance Racing), come risaputo fuori dai giochi Hector Barbera: frattura di tre vertebre dorsali, al suo posto correrà con la Ducati Pramac Toni Elias, attualmente 17° nella schermata dei tempi a oltre 3″ dalla vetta.

MotoGP World Championship 2012
Indianapolis Motor Speedway, Classifica Prove Libere 2

01- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – 1’39.783
02- Ben Spies – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.295
03- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.719
04- Andrea Dovizioso – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.777
05- Casey Stoner – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.840
06- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.272
07- Alvaro Bautista – San Carlo Honda Gresini – Honda RC213V – + 1.289
08- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 1.472
09- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 1.614
10- Valentino Rossi – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 1.746
11- Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP12 – + 2.072 (CRT)
12- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – Ducati Desmosedici GP12 – + 2.496
13- Mattia Pasini – Speed Master Team – ART GP12 – + 2.507 (CRT)
14- Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP12 – + 2.577 (CRT)
15- Yonny Hernandez – Avintia Blusens – BQR FTR – + 2.978 (CRT)
16- Michele Pirro – San Carlo Honda Gresini – FTR Honda MGP12 – + 2.978 (CRT)
17- Toni Elias – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 3.312
18- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – Suter BMW – + 4.030 (CRT)
19- Ivan Silva – Avintia Blusens – BQR FTR – + 4.339 (CRT)
20- James Ellison – Paul Bird Motorsport – ART GP12 – + 4.344 (CRT)
21- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda TR003 – + 4.826 (CRT)
22- Aaron Yates – GPTech – BCL GP212 – + 6.238 (CRT)

Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy