MotoGP: Hiroshi Aoyama “La GP sempre vicina al Giappone”

MotoGP: Hiroshi Aoyama “La GP sempre vicina al Giappone”

Correrà in casa con grandi ambizioni per Motegi

Commenta per primo!

Non sarà l’unico pilota giapponese al via del GP di casa a Motegi (come wild card sono attesi Shinichi Itoh e Kousuke Akiyoshi), ma senza dubbio Hiroshi Aoyama è il più atteso. Campione del Mondo 250cc nel 2009, pilota del team Gresini e al secondo anno nella top class, “Hiro Hero” punta a ben figurare al Twin Ring di Motegi, cercando di onorare l’impegno nel migliore dei modi e, se possibile, dedicare un bel risultato a tutto il popolo giapponese a seguito del drammatico sisma che ha colpito la terra del Sol Levante lo scorso mese di marzo.

Dopo la gara di Aragon ero contento a metà“, spiega Hiroshi Aoyama. “Ero soddisfatto per essere stato consistente fino alla fine lottando con decisione con Rossi e Crutchlow ma ero dispiacuito per il risultato finale che poteva essere migliore. In ogni caso ho constatato di aver ritrovato le giuste condizioni ed un buon feeling con la moto. Con queste motivazioni sono certo di poter affrontare la gara di casa con maggior determinazione.

A Motegi avrò molti tifosi e vorrei regalare loro un buon risultato. Correre in Giappone dopo i tristi avvenimenti di Marzo è per me importante ma lo è soprattutto per il mio popolo che ha affrontato questa immane tragedia con grande forza e coraggio.

La MotoGP è sempre stata vicina al popolo giapponese e con la disputa del Gran Premio rafforza questo sentimento. Non è stato facile e lo capisco ma esserci riusciti ad essere tutti presenti a Motegi è la realizzazione di bellissimo sogno“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy