MotoGP Estoril Qualifiche: Stoner strappa la pole a Pedrosa

MotoGP Estoril Qualifiche: Stoner strappa la pole a Pedrosa

Crutchlow soffia la prima fila a Lorenzo, 9° Rossi

Commenta per primo!

In una sessione di qualifiche ufficiali sospesa a 11 minuti dall’esposizione della bandiera a scacchi per la bruttissima carambola che ha visto coinvolti Randy De Puniet e Colin Edwards (sospetta frattura alla spalla/clavicola sinistra per il texano, illeso il pilota transalpino), la MotoGP ritrova in pole position per la prima volta in questa stagione Casey Stoner, autore di uno spaziale 1’37″188 alla ripresa delle ostilità, siglato proprio negli istanti conclusivi della sessione. Alla 13esima pole su 20 GP disputati con la Honda ufficiale, la 35esima nella top class (39esima nelle tre classi del Motomondiale), l’australiano Campione del Mondo in carica ha battuto la concorrenza interna del proprio compagno di squadra Dani Pedrosa per un distacco irrisorio: 13 miseri millesimi!

Una doppietta-Repsol Honda nella giornata, ed è una notizia al Circuito do Estoril, da dimenticare per la Yamaha e, soprattutto, Jorge Lorenzo, soltanto in 4° posizione ad aprire la seconda fila, costretto ad abortire il suo ultimo tentativo dopo aver comandato la classifica per 50 dei 60 minuti di prove. Comprensibilmente amareggiato “Porfuera” che chiude così una striscia di 4 poles consecutive (!) al GP di Portogallo nella classe regina, in prima fila accanto ad un Pedrosa ostacolato dal traffico dell’ora di punta (incomprensione evitabile con Ben Spies) troviamo per la prima volta Cal Crutchlow, eccezionale 3° con la Yamaha YZR M1 del team Tech 3, confermando di essere uno dei piloti più veloci sul giro singolo del pianeta ripensando alle 10 poles su 14 presenze in Supersport, ben 6 nell’unica stagione disputata nel Mondiale Superbike da pilota ufficiale Yamaha.

Con Stoner, Pedrosa e Crutchlow in prima fila, dalla seconda accanto a Lorenzo prenderanno il via della gara domani alle 13:00 locali (le 14:00 italiane) Ben Spies, a sua volta penalizzato dal traffico di numerose CRT, e Alvaro Bautista (Honda RC213V “Clienti” del team Gresini), non Andrea Dovizioso (7°) e le Ducati. La miglior Desmosedici è (udite udite) la GP12 “Sat” ex-GP Zero del Pramac Racing Team affidata ad Hector Barbera, 8° a 8 decimi dalla pole, 53 millesimi meglio di Valentino Rossi che scatterà dalla terza fila (non succedeva da tempo…) davanti al proprio compagno di squadra Nicky Hayden.

Passando alle “CRT”, Aleix Espargaro conquista la prima pole della categoria con la ART-Aprilia del team Aspar complice la doppia-uscita di scena del compagno di squadra Randy De Puniet e Colin Edwards, giunti al contatto all’altezza della curva “VIP” per una dinamica sfortunatissima: l’americano fuori traiettoria, RDP perde l’avantreno della propria ART centrando in pieno il portacolori Forward Racing. Per il bi-campione del mondo Superbike sospetta frattura di spalla e clavicola (con trauma cranico al seguito), per gli altri italiani tra i “Claiming Rule Team” qualifiche non esaltanti: Michele Pirro porta la FTR-Honda del team Gresini in 16° posizione davanti a Mattia Pasini (ART Speed Master), 20° è Danilo Petrucci con una Ioda TR003 motorizzata Aprilia RSV4 Superstock da 185 cavalli, ma pur sempre davanti all’esordiente Inmotec dal telaio in fibra di carbonio affidata a Ivan Silva, protagonista a fine turno di un vero e proprio “rodeo” da antologia del motociclismo…

MotoGP World Championship 2012
Estoril, Classifica Qualifiche

01- Casey Stoner – Repsol Honda Team – Honda RC213V – 1’37.188
02- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.013
03- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.101
04- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.278
05- Ben Spies – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.535
06- Alvaro Bautista – San Carlo Honda Gresini – Honda RC213V – + 0.729
07- Andrea Dovizioso – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.755
08- Hector Barbera – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 0.818
09- Valentino Rossi – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 0.871
10- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 1.065
11- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 1.077
12- Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP12 – + 2.165 (CRT)
13- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – Ducati Desmosedici GP12 – + 2.210
14- Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP12 – + 2.398 (CRT)
15- Yonny Hernandez – Avintia Blusens – FTR Kawasaki – + 2.841 (CRT)
16- Michele Pirro – San Carlo Honda Gresini – FTR Honda – + 3.037 (CRT)
17- Mattia Pasini – Speed Master Team – ART GP12 – + 3.199 (CRT)
18- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – Suter BMW – + 3.776 (CRT)
19- James Ellison – Paul Bird Motorsport – ART GP12 – + 4.206 (CRT)
20- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda TR003 – + 4.298 (CRT)
21- Ivan Silva – Avintia Blusens – Inmotec MotoGP – + 4.302 (CRT)

Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy