MotoGP: Dovizioso “Non potevo resistere al sorpasso di Rossi”

MotoGP: Dovizioso “Non potevo resistere al sorpasso di Rossi”

Sfuma il podio a Laguna Seca, 4° sul traguardo

Commenta per primo!

Quando sfuma il podio a cinque giri dalla bandiera a scacchi resta sempre dell’amaro in bocca. E’ andata così a Laguna Seca per Andrea Dovizioso, rimasto virtualmente sul terzo gradino del podio per praticamente tutta la gara prima del sorpasso subito da parte di Valentino Rossi: troppo veloce, in quel momento, il 9 volte iridato, impossibile replicare all’attacco e al ritmo dell’1’22” basso del #46.

Di certo non posso esser contento del risultato, il podio era davvero vicino, ci è mancato poco“, spiega Andrea Dovizioso. “Negli ultimi giri ho visto Valentino arrivare ed aveva un ritmo migliore sull’1’22 basso. Io non potevo arrivarci e quando mi ha passato non c’era possibilità di rispondere all’attacco. Non ero abbastanza veloce nel T3 e T4 e anche in frenata non ero così incisivo per pensare al sorpasso“.

Quarto sotto la bandiera a scacchi, Dovizioso ha portato punti alla Honda per una gara dove non ha commesso errori, ma non riuscendo a rispettare le proprie aspettative del weekend.

La partenza è stata buona, ho preferito stare all’interno, ma sono rimasto imbottigliato alla prima curva, mi hanno passato in molti. A quel punto ero dietro a Spies e non è stato facile passarlo, ho perso 3 giri dietro a lui e quando sono riuscito nel sorpasso avevo ormai perso terreno dai primi tre (Pedrosa, Lorenzo, Stoner). Il mio ritmo era buono verso metà gara sull’1’22″5, ma nel finale non potevo ripeterlo. Non è questo che volevo dal weekend, il nostro target è lottare per la vittoria e dobbiamo lavorare duramente per riuscirci“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy