MotoGP: conclusa la 1° giornata di test a Jerez, Stoner il più veloce

MotoGP: conclusa la 1° giornata di test a Jerez, Stoner il più veloce

Segue a 2 decimi Lorenzo, indietro Rossi avvicinato da RDP

di Redazione Corsedimoto

Il solito Casey Stoner, un acceso confronto al vertice tra Honda e Yamaha, Ducati (e Rossi) in difficoltà con la ART di clamorosamente Randy De Puniet “a ruota”. Questo ed altro alla luce dei responsi dell’inaugurale giornata di test IRTA ufficiali della MotoGP a Jerez de la Frontera, entrati nel vivo da mezzogiorno in avanti, con la scalata al vertice del Campione del Mondo in carica proprio allo scadere delle 8 ore di tempo a disposizione. Poco dopo le 17:30 l’australiano, ai comandi della Honda RC213V ufficiale, ha abbassato il limite a 1’39″146, tuttora distante dai primati delle 800cc (pole record era-pre-monogomma di Lorenzo del 2008 in 1’38″189), ma sufficiente per ritrovarsi, quasi secondo “consuetudine”, al comando della classifica dei tempi. Stoner, che proprio qui a Jerez provò per la prima volta la Honda 1000cc nel maggio 2011, ha staccato di 273 millesimi Jorge Lorenzo ai comandi della Yamaha YZR M1 Factory contraddistinta dal’inedita livrea bianco-blu, tra i “stakanovisti” del venerdì di attività in Andalusia con oltre 70 giri completati utili per lasciarsi alle spalle Dani Pedrosa (4/10 dalla vetta) e Ben Spies (8/10), doppia-coppia di Honda e Yamaha ufficiali, gli unici sotto il muro dell’1’40”. Un competitivo poker di testa seguito a distanza da Cal Crutchlow, 5° con la Yamaha M1 del team Tech 3, vincendo lo scontro tra i piloti “satellite” a scapito di Alvaro Bautista (7° su Honda Gresini), del compagno di squadra Andrea Dovizioso (8° con la seconda Yamaha Tech 3, 26 anni oggi: auguri!) e dell’iridato Moto2 in carica Stefan Bradl, 10° con la RC213V gestita dal team LCR. Tra di loro si sono inserite le due Ducati Desmosedici GP12 ufficiali di Nicky Hayden (6° a 1″3 dalla vetta) e Valentino Rossi (9° a quasi 1″8), incontrando un avversario.. in più: Randy De Puniet, velocissimo con la ART (sigla per riconoscere la Aprilia-CRT) del team Aspar. RDP, determinato a recitare il ruolo di “Stoner della CRT”, è sceso fino all’1’41″015 contenendo lo svantaggio dal primato a 1″8, “in scia” a Rossi e Bradl. Una prestazione notevole, ribadita dal distacco rifilato agli altri rappresentanti dei Claiming Rule Team: il suo compagno di squadra Aleix Espargaro paga 1″3 con Colin Edwards (Suter-BMW del Forward Racing) poco più staccato. In lizza per il ruolo di “runner-up” dei CRT si registra anche un “derby” tutto italiano con Michele Pirro (FTR motorizzata Honda Ten Kate del team Gresini), Danilo Petrucci (Ioda TR003 su base Aprilia RSV4) e Mattia Pasini (ART del Speed Master Team) in fila indiana racchiusi in 3/10 di secondo, staccando le due FTR-Kawasaki dell’Avintia Racing di Silva ed Hernandez, ma anche un James Ellison in difficoltà con la ART del Paul Bird Motorsport. Per conferme o smentite l’appuntamento è rimandato a domani per la seconda giornata di test a Jerez dalle 10:00 alle 18:00, il tutto aspettando l’esordio stagionale del prossimo 8 aprile a Losail. MotoGP World Championship 2012 Test IRTA Jerez, Classifica 1° Giorno 01- Casey Stoner – Repsol Honda Team – Honda RC213V – 1’39.146 (54 giri) 02- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.273 (76 giri) 03- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.433 (60 giri) 04- Ben Spies – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.838 (71 giri) 05- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.984 (74 giri) 06- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP12 – 1.366 (77 giri) 07- Alvaro Bautista – San Carlo Honda Gresini – Honda RC213V – + 1.399 (56 giri) 08- Andrea Dovizioso – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.519 (46 giri) 09- Valentino Rossi – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 1.774 (64 giri) 10- Stefan Bradl – LCR Honda – Honda RC213V – + 1.837 (64 giri) 11- Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP12 – + 1.869 (39 giri) 12- Hector Barbera – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 2.242 (72 giri) 13- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – Ducati Desmosedici GP12 – + 2.457 71 giri) 14- Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP12 – + 3.147 (59 giri) 15- Franco Battaini – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 3.257 (72 giri) 16- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – Suter BMW – + 3.316 (56 giri) 17- Michele Pirro – San Carlo Honda Gresini – FTR Honda – + 3.509 (49 giri) 18- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda TR003 – + 3.604 (39 giri) 19- Mattia Pasini – Speed Master Team – ART GP12 – + 3.860 (59 giri) 20- Yonny Hernandez – Avintia Racing – FTR Kawasaki – + 4.291 (49 giri) 21- James Ellison – Paul Bird Motorsport – ART GP12 – + 4.331 (61 giri) 22- Ivan Silva – Avintia Racing – FTR Kawasaki – + 4.879 (60 giri)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy