MotoGP: Casey Stoner “Quest’anno mi aspetto delle sorprese”

MotoGP: Casey Stoner “Quest’anno mi aspetto delle sorprese”

L’australiano ripercorre i positivi test invernali

Primo test con la Honda, miglior tempo a Valencia. Ultime prove pre-campionato in Malesia, miglior tempo. Questo il rendimento di Casey Stoner nei test invernali della MotoGP, dove ci ha messo davvero poco (nulla) per trovare feeling e limite con la Honda RC212V ufficiale. Il Campione del Mondo 2007 parte verso Losail con il ruolo di “favorito”, ma con la necessità di trovar conferme sul tracciato dove ha vinto per tre anni di fila dal 2007 al 2009: d’altronde, a suo dire, ci saranno non poche sorprese in questa stagione. “Anche se lo scorso anno ci sono stati sempre gli stessi quattro piloti a lottare per il podio e vincere delle gare, quest’anno mi aspetto qualche sorpresa“, ha detto Stoner. “Sono sicuro che Pedrosa e Lorenzo saranno lì davanti, ma anche Dovizioso sta migliorando e vedo bene anche Simoncelli e Spies. Valentino potrebbe non esser pronto per vincere già dalla prima gara, ma sono comunque convinto che ci sarà qualche sorpresa quest’anno, qualche pilota inatteso che riuscirà a concretizzare un salto di qualità e stare davanti“. Basandosi sui riferimenti dei test, Casey ritiene che “Ci sono molti piloti che si sono presi diversi rischi e hanno spinto molto nei test invernale, perchè quando vedi che la testa della classifica è più vicina hai maggiori motivazioni”, aspettandosi di conseguenza “Gare molto più emozionanti rispetto al passato“. Parlando della competitività espressa dalla Honda (e da tutti i suoi piloti) in questi test, rimanda l’appuntamento a Losail. “Da Valencia noi abbiamo fatto dei buoni progressi e siamo molto soddisfatti, ma è difficile da dire perchè siamo in questo momento così veloci. Io e Dani (Pedrosa) abbiamo spinto probabilmente più degli altri, ma prima della gara è difficile sapere a che punto siamo realisticamente. In questo momento siamo comunque soddisfatti del lavoro svolto dalla Honda, ma a Losail abbiamo bisogno di esser sicuri di poterci riconfermare“. A proposito del Gran Premio del Qatar, è contrario al programma di gare di 4 giorni. “E’ davvero troppo, era meglio provare qualche giorno in più. Le condizioni della pista in notturna saranno molto difficili, di certo non ideali, ma se non altro sarà così per tutti“. In conclusione, è un pò emozionato per questo suo debutto con la Honda ufficiale. “Non vedo l’ora di correre per verificare cosa possiamo ottenere con questa strada e moto. Sono curioso di verificare il potenziali degli altri piloti e vedere chi sarà in grado di vincere: credo che Losail sarà una corsa interessante“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy