MotoGP Brno Qualifiche: Pedrosa pole, a terra Rossi e Lorenzo

MotoGP Brno Qualifiche: Pedrosa pole, a terra Rossi e Lorenzo

Cadono le Fiat Yamaha, Ben Spies in prima fila

di Redazione Corsedimoto

Tutti giù per terra. Marco Simoncelli, Hector Barbera, Nicky Hayden, ma soprattutto nei decisivi 5 minuti finali delle qualifiche di Brno le due Yamaha ufficiali: prima Jorge Lorenzo alla curva 11 in salita (con la moto quasi a scavalcare le barriere di protezione), poco dopo Valentino Rossi perde l’anteriore all’ultima variante compromettendo così l’esito delle prove. Nessun errore e premio al seguito per Dani Pedrosa, alla 34° pole in carriera nel Motomondiale (terza stagionale dopo Jerez e Mugello), riuscendo a battere con un giro perfetto… Ben Spies!

Davvero una sessione di qualifiche iper-spettacolare con incursioni al vertice di Rossi, Lorenzo, fino ad arrivare al confronto finale tra Spies e Pedrosa. Il tre volte iridato tra 250 e 125cc si conferma tra i più veloci al mondo sul giro singolo, sfruttando le caratteristiche della propria Honda RC212V guadagnando quel decimo essenziale per precedere Ben Spies, altro maestro delle pole (11 su 14 lo scorso anno in Superbike…), meritevole della posizione in griglia a scapito dei piloti ufficiali Fiat Yamaha.

Jorge Lorenzo ci ha rimesso poco, qualcosa di più Valentino Rossi senza alcuna conseguenza fisica, tanto da recriminare pubblicamente con sè stesso per l’errore commesso. Griglia pertanto di difficile pronostico nelle prime due file: Pedrosa davanti a Spies e Lorenzo, seguono Casey Stoner (in recupero solo nel finale, ma con un passo inesistente per la gara), Rossi e Andrea Dovizioso che paga giusto 609 millesimi dal poleman e compagno di squadra.

Come detto sono volati a terra anche Marco Simoncelli (risalito e 12° in griglia) e Nicky Hayden, con quest’ultimo che ha accusato un colpo alla mano sinistra. Si spera niente di grave per una griglia già di per sè ridotta a 16 elementi dopo l’esclusione di Alvaro Bautista, caduto rovinosamente stamattina, lasciando al solo Loris Capirossi il compito di portare la Suzuki nella top ten. Fuori da questo traguardo Marco Melandri (14°) e Alex De Angelis, 15° davanti ad Aleix Espargaro inspiegabilmente indietro. Apprezzabile il recupero di Randy De Puniet, 11° in griglia quando 27 giorni or sono aveva rimediato la frattura scomposta di tibia e perone della gamba sinistra.

MotoGP World Championship 2010
Brno, Classifica Qualifiche

01- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC212V – 1’56.508
02- Ben Spies – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.338
03- Jorge Lorenzo – Fiat Yamaha Team – Yamaha YZR M1 – + 0.357
04- Casey Stoner – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP10 – + 0.360
05- Valentino Rossi – Fiat Yamaha Team – Yamaha YZR M1 – + 0.551
06- Andrea Dovizioso – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 0.609
07- Colin Edwards – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.714
08- Nicky Hayden – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP10 – + 1.127
09- Hector Barbera – Paginas Amarillas Aspar – Ducati Desmosedici GP10 – + 1.452
10- Loris Capirossi – Rizla Suzuki MotoGP – Suzuki GSV-R – + 1.473
11- Randy De Puniet – LCR Honda MotoGP – Honda RC212V – + 1.581
12- Marco Simoncelli – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 1.661
13- Mika Kallio – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP10 – + 1.674
14- Marco Melandri – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 1.922
15- Alex De Angelis – Interwetten Honda MotoGP – Honda RC212V – + 2.014
16- Aleix Espargaro – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP10 – + 2.192

Alessio Piana

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy