MotoGP Brno Gara: domina Lorenzo, pari punti con Rossi

MotoGP Brno Gara: domina Lorenzo, pari punti con Rossi

Domina a Brno con Rossi terzo, tra i due Marquez

Commenta per primo!

Copione ampiamente rispettato. Replicando alla perfezione quanto evidenziato nel corso delle prove, Jorge Lorenzo ha monopolizzato la scena all’Automotodrom Brno dominando l’undicesimo appuntamento stagionale della MotoGP e, in virtù del terzo posto ottenuto da Valentino Rossi, pareggia i conti con il proprio compagno di squadra in testa alla classifica di campionato. Scattato benissimo dalla pole, nei primi 8 giri il maiorchino si è limitato a controllare alle sue spalle Marc Marquez per poi, dal nono giro in avanti, letteralmente scappar via. Da 1″1, ben presto il quattro volte Campione del Mondo ha costruito un rassicurante margine di 3″ (e oltre) effettivi sul proprio connazionale, viatico per far sua una vittoria che gli mancava da tre gare, la quinta del 2015 dopo il filotto di successi tra Jerez e Montmelò passando per Le Mans ed il Mugello.

Alla personale 38esima affermazione in MotoGP (59esima nel Motomondiale), ‘Porfuera’ raggiunte così ad ex-aequo al comando della classifica di campionato Valentino Rossi, protagonista di una partenza non esaltante dovendo liberarsi nei primi due giri di Andrea Dovizioso, ma da quel momento in avanti mai con il passo per avvicinare la coppia di testa: dai 2″5 di gap una volta sopravanzato il ‘Dovi’, ben presto lo svantaggio è salito a 9″ effettivi dal teammate Lorenzo. I due portacolori Yamaha Factory si ritrovano così a 8 gare dal termine a pari punti in classifica a +52 da Marc Marquez, si conferma quarto in campionato Andrea Iannone, nella medesima posizione sul traguardo riuscendo a spuntarla nel confronto diretto in casa Ducati con Andrea Dovizioso (6°) preceduto da un acciacciato Dani Pedrosa, quinto al culmine di una serie di emozionanti sorpassi nell’ultimo giro in programma.

Alle loro spalle Bradley Smith è uscito nuovamente vincitore dal duello interno in Tech 3 con Pol Espargaro, quest’ultimo seguito dal fratello Aleix (9°), baluardo Suzuki nella top-10 dopo la scivolata di Maverick Vinales alla curva 11, fino a quel momento protagonista di una gran gara. Oltre a ‘Mack’, a terra è finito Cal Crutchlow con la top-10 che ha così premiato Danilo Petrucci (10°), la zona punti anche le due Aprilia RS-GP condotte da Alvaro Bautista (13°) e Stefan Bradl (14°) mentre un’avvincente lotta-a-tre per la leadership tra le ‘Open’ ha visto il rientrante Loris Baz uscire vincitore con la Forward Yamaha di un soffio su Hector Barbera (Ducati Avintia) e Nicky Hayden (Honda Aspar), chiude 20° Claudio Corti mentre è uscito fuori all’avvio Alex De Angelis.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy