MotoGP: Ben Spies “Tanti cambiamenti da pilota ufficiale”

MotoGP: Ben Spies “Tanti cambiamenti da pilota ufficiale”

Primo giorno da “Factory Rider” per l’ex iridato Superbike

Commenta per primo!

Seguito da Massimo “Maio” Meregalli e da alcuni tecnici che lo seguono sin dai tempi dell’AMA Superbike (Tom Houseworth in primis), oggi Ben Spies ha debuttato ufficialmente da pilota ufficiale Yamaha nella MotoGP. Rookie of the Year 2010 della top class, il “Texas Terror” ha tutto sommato ben figurato all’esordio in questa sua nuova dimensione percorrendo 42 giri, ottenendo un best time personale di 1’32″878, abbastanza per migliorarsi passaggio dopo passaggio.

Il lavoro per l’ex iridato Superbike si è concentrato sulla conoscenza della Yamaha YZR M1 2011, trovando una buona messa a punto di base e scoprendo il nuovo metodo di lavoro da “Factory Rider”.

Come prima giornata di test sono davvero molto felice“, spiega Spies. “Ci sono tanti cambiamenti in squadra e, ovviamente, anche a provare la nuova moto. Tanti cambiamenti che mi hanno suggerito di spendere del tempo ad abituarmi a queste novità, anche a lavorare con un nuovo ingegnere giapponese molto, molto preparato.

E’ stata una giornata di apprendimento, ma sono davvero felice perchè ho già notato il potenziale della nuova moto e penso che possiamo migliorarci ancora domani“, ha concluso il tre volte campione AMA Superbike.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy