MotoGP: Ben Spies “La prima fila è un ulteriore traguardo”

MotoGP: Ben Spies “La prima fila è un ulteriore traguardo”

Secondo in griglia a Brno con la Yamaha Tech 3

di Redazione Corsedimoto

Per qualche minuto ha sperato nella pole position, salvo poi “accontentarsi” della seconda piazza. Dopo il terzo posto di Silverstone in gara, per Ben Spies le qualifiche odierne hanno rappresentato un’ulteriore prova del suo talento, nel suo anno da “rookie” di lusso del mondiale MotoGP. Già in odore di team ufficiale per il prossimo anno, il campione del mondo in carica World Superbike ha stupito tutti all’Automotodrom di Brno, circuito non sconosciuto al centauro texano, il quale vi ha corso lo scorso anno nel mondiale delle derivate dalla serie.

Nessuna mossa sbagliata sino ad ora, con il livello di competitività del pacchetto che è andato migliorando ad ogni modifica effettuata sulla YZR-M1 Monster Energy Tech 3. Ora “Elbowz” pensa alla gara, nella quale proverà a stare coi primi sin dallo start e cercherà di entrare nel ritmo giusto dalle prime tornate, punto dolente per lui di questa stagione 2010.

“Il mio obiettivo era quello di essere in seconda fila”, commenta Ben Spies, ” non pensavo che la prima fosse possibile, tanto meno una pole position, quindi sono molto contento. Fin dall’inizio del fine settimana ogni modifica fatta ha portato ad un miglioramento, e non succede spesso. Ho messo in mostra un passo decente quindi ero fiducioso di poter disputare una buona qualifica.

Una volta messa la seconda gomma morbida sono riuscito ad agguantare la prima posizione e pensavo che gli altri sarebbero riusciti ad andare più forte. Ho fatto segnare un buon tempo alla fine, e quando mi sono accorto di essere ancora al top ho pensato di potercela fare. Dani (Pedrosa ha fatto un buon lavoro, e io ad ogni modo non avevo quei tre decimi a disposizione e il crono fatto segnare mi andava più che bene.

Sarebbe stato bello ottenere la pole position ma a questo punto, l’essere in mezzo alla prima fila è un gran risultato per il team Monster Yamaha Tech 3 e per me stesso. Proverò a fare una buona partenza e se riesco a stare assieme ai primi per i 6-7 giri iniziali potrò essere in grado di fare una buona gara. Ho fatto fatica nella prima parte di gara in diverse occasioni, ma allo stesso modo sono stato capace di entrare in un buon ritmo abbastanza velocemente, quindi guardo positivo la gara di domani. Queste sono solo le qualifiche, ma permettono di darti fiducia per la gara. Ho rimediato un podio nella prima stagione “a tempo pieno” e la prima fila è un ulteriore traguardo che mi dà soddisfazione.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy