MotoGP: Ben Spies “Finalmente la prima vittoria”

MotoGP: Ben Spies “Finalmente la prima vittoria”

Prima affermazione in MotoGP per il Texas Terror

Commenta per primo!

In carriera ha vinto tutto (mondiale Superbike, quattro titoli AMA tra SBK e Superstock, “Rookie of the Year” lo scorso anno in MotoGP), gli mancava soltanto il primo successo nella top class. Ben Spies ci è riuscito oggi ad Assen in una gara, per sua stessa ammissione, “facile”. Scattato dalla seconda posizione in griglia, il Texas Terror si è ritrovato in testa nel corso del primo giro e, favorito dall’incidente tra Simoncelli e Lorenzo, ha presto guadagnato con due tornate veloci un vantaggio di oltre 4″.

Nonostante la risposta sul piano cronometrico di Casey Stoner, il portabandiera Yamaha è riuscito a mantenere un buon vantaggio che gli è valso la prima affermazione in MotoGP con la speranza di ripetersi quanto prima.

Davvero una grande giornata ed una bella vittoria“, afferma Ben Spies. “E’ stata una gara piuttosto strana, una delle più facili per me dell’ultimo periodo, ma che mi è valsa la prima vittoria. Dopo la partenza ho visto nel maxischermo la caduta di Simoncelli, a quel punto ho dato il massimo per i primi due giri nel tentativo di guadagnare un buon margine di vantaggio.

Quando Stoner ha iniziato a recuperare sono riuscito a rispondere con un buoni tempi, questo mi è bastato per vincere la gara. Conquistare la prima affermazione in MotoGP in una ricorrenza così speciale come il 50° anniversario Yamaha è davvero fantastico, la moto oggi andava bene, devo ringraziare la squadra perchè per tutto il weekend non abbiamo incontrato nessun problema, a maggior ragione oggi in gara“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy