MotoGP Barcellona: Casey Stoner “Pensavo di arrendermi”

MotoGP Barcellona: Casey Stoner “Pensavo di arrendermi”

Problemi fisici hanno debilitato l’australiano in gara

Commenta per primo!

Visibilmente provato, Casey Stoner è stato autore di una gara davvero incredibile a Barcellona. Dopo non esser riuscito a dormire questa notte, aver sofferto sul piano fisico per tutto il weekend, l’australiano ha concluso in terza posizione alle spalle degli imprendibili Lorenzo e Rossi, quanto basta per conservare giusto a pari punto con la coppia Yamaha la testa del campionato.

Durante questo fine settimana non mi sono mai sentito al top della forma“, rivela, solo oggi, Casey Stoner. “Non stavo male, ma non ero io. Poi, la notte scorsa, credo di aver dormito un paio d’ore al massimo e già stamattina nel warm-up, dopo un paio di giri ero distrutto. Ho deciso di correre lo stesso, volevo portare a casa almeno qualche punto ma in gara ho ritrovato la mia moto di sempre, che mi ha permesso di fare questo podio davvero prezioso. La mia squadra ha fatto un lavoro perfetto dopo il warm-up e se non fossi stato così male, non dico che avrei potuto vincere, oggi Valentino e Jorge hanno fatto una grande gara, ma credo che sarei stato li con loro fino alla fine“.

Purtroppo per il portacolori Ducati Marlboro Team dopo pochi giri sono iniziati i problemi, tanto che si è ritrovato dal lottare con Rossi e Lorenzo a dover difendere la terza posizione.

Dopo qualche giro“, prosegue Casey, “sono cominciati i crampi, fortissimi, non riuscivo quasi più a guidare, in frenata cadevo in avanti sulla moto, non riuscivo a mantenere la concentrazione. Ho pensato di arrendermi ma prima ho provato a rallentare un po’ per riprendere le forze e provare ad arrivare nei top ten. Ma la moto andava così bene che ho potuto comunque mantenere un passo accettabile e resistere alla rimonta di Dovizioso. Stanotte cercherò di riposarmi e riprendere le forze per i test di domani, perché questo è un momento importante del campionato, abbiamo bisogno di queste prove“.

D’altronde il campionato lo vede al comando a 106 punti, gli stessi di Valentino Rossi e Jorge Lorenzo: c’è necessità di provare domani le ultime novità Ducati Corse pensate per render sempre più competitiva e gestibile la sua Ducati Desmosedici GP9.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy