MotoGP Austin Prove Libere 1: vola Marc Marquez

MotoGP Austin Prove Libere 1: vola Marc Marquez

Leader con vantaggio, Lorenzo 2°, Rossi 6°

Commenta per primo!

Con l’inaugurale sessione di prove libere è iniziata ufficialmente la prima edizione del Red Bull Grand Prix of the Americas della MotoGP al COTA (acronimo di “Circuit of the Americas”) di Austin con il pronostico ampiamente rispettato. Nonostante le basse temperature nell’ordine di 15° (22° l’asfalto) ed una pista per niente gommata, Marc Marquez ha staccato il miglior riferimento cronometrico in 2’08″756, comprensibilmente distante (e di parecchio!) rispetto al 2’03″357 siglato nei test privati dello scorso mese di marzo. Terzo all’esordio nella top class a Losail, il Campione del Mondo Moto2 in carica ha confermato l’ottimo feeling con i saliscendi dell’impianto texano rifilando distacchi importanti ai suoi più diretti inseguitori, i primi tre tutti con qualche riferimento della pista acquisito nelle scorse settimane.

Questo il caso di Jorge Lorenzo, secondo accusando 253/1000 di gap in un ultimo giro penalizzato da un rischio di contatto con Yonny Hernandez alla staccata dell’ultima curva che immette sul rettilineo dei box. Il Campione del Mondo MotoGP in carica e vincitore di Losail è l’unico a contenere il distacco in pochi decimi, meglio rispetto a Dani Pedrosa (1″6 netto di svantaggio) ed alle Ducati Desmosedici GP13 ufficiali di Andrea Dovizioso e Nicky Hayden, a braccetto in quarta e quinta posizione con il forlivese a 1″909 dalla vetta, ma il primo dei “rookie” al COTA.

Chiude invece in sesta posizione a 2″072 dal comando della classifica Valentino Rossi, seguito nell’ordine da Alvaro Bautista, Cal Crutchlow, Stefan Bradl (impegnato nei test del marzo scorso) e Ben Spies, decimo su un tracciato dove ha avuto modo di provare con una Ducati 1199 Panigale R insieme a Nicky Hayden. Tra le “CRT” Yonny Hernandez, nonostante quel contrattempo con Lorenzo, chiude in testa con la ART-Aprilia di PBM UK, ma per soli 2/10 di margine rispetto a Claudio Corti (12° assoluto e 2° di classe CRT) con la prima FTR Kawasaki del Forward Racing, 19° è Danilo Petrucci con la Ioda-Suter-BMW preceduto da Andrea Iannone (18° con la Ducati-Pramac), in fondo al gruppo le due wild card locali in rappresentanza dei “Claiming Rule Team”: il due volte vice-Campione AMA Superbike (e pupillo di Kevin Schwantz) Blake Young è 25° con la APR su base Kawasaki Ninja ZX-10R realizzata da Attack Performance, 26° Michael Barnes con la BCL (motore Suzuki GSX-R 1000) di GPTech, entrambi con distacchi superiori ai 10″.

MotoGP World Championship 2013
Circuit of the Americas Austin, Classifica Prove Libere 1

01- Marc Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V – 2’08.756
02- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.253
03- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 1.600
04- Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 1.909
05- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 2.045
06- Valentino Rossi – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 2.072
07- Alvaro Bautista – GO&FUN Honda Gresini – Honda RC213V – + 2.154
08- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 2.476
09- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 3.173
10- Ben Spies – Ignite Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13 – + 4.057
11- Yonny Hernandez – Paul Bird Motorsport – ART GP13 – + 4.302 (CRT)
12- Claudio Corti – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – + 4.565 (CRT)
13- Bradley Smith – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 4.583
14- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – + 4.938 (CRT)
15- Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP13 – + 5.214 (CRT)
16- Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP13 – + 5.774 (CRT)
17- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – ART GP13 – + 6.072 (CRT)
18- Andrea Iannone – Energy T.I. Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13 – + 6.103
19- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – + 7.709 (CRT)
20- Hiroshi Aoyama – Avintia Blusens – BQR FTR – + 7.725 (CRT)
21- Bryan Staring – GO&FUN Honda Gresini – FTR Honda MGP13 – + 8.685 (CRT)
22- Hector Barbera – Avintia Blusens – BQR FTR – + 8.929 (CRT)
23- Michael Laverty – Paul Bird Motorsport – PBM 01 – + 9.582 (CRT)
24- Lukas Pesek – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – + 9.928 (CRT)
25- Blake Young – Attack Performance Racing – Attack Performance APR – + 10.684 (CRT)
26- Mike Barnes – GPTech – BCL GP212 – + 12.774 (CRT)

Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy