MotoGP: Attack Performance APR, la prima CRT americana

MotoGP: Attack Performance APR, la prima CRT americana

Wild card questo week end a Laguna Seca con Rapp

Commenta per primo!

Negli States una squadra leggendaria, ora chiamata alla sfida più grande. Attack Performance, compagine di Richard Stanboli, si presenterà al via questo fine settimana da wild card nella MotoGP a Laguna Seca con una propria “CRT” ribattezzata “APR”: telaio doppio trave in alluminio sviluppato in proprio, motore Kawasaki Ninja ZX-10R da 220 cavalli, sospensioni Ohlins, freni Brembo, impianto di scarico Leo Vince, centralina elettronica MoTeC ed un pilota di esperienza come Steve Rapp alla guida. Questi gli ingredienti per dar vita alla prima “CRT” americana, “Un sogno inseguito da oltre 10 anni“, parola di Richard Stanboli, team manager di successo per anni riferimento di Kawasaki Motor USA nei campionati AMA Pro Road Racing facendo correre piloti del calibro di Josh Hayes, Eric Bostrom, Tommy e Roger Hayden, centrando due vittorie consecutive alla 200 miglia di Daytona (2007 proprio con Steve Rapp, 2008 con l’iridato Supersport in carica Chaz Davies), le prime per una squadra “privata” in 20 anni di storia. Per anni avevamo pensato ad un progetto “nostro“, ma non è stato facile concretizzare una simile idea”, ha ammesso Richard Stanboli. “Abbiamo lavorato a stretto contatto con Kawasaki e Suzuki negli ultimi anni, ma affrontare da soli una sfida come la MotoGP è tutta un’altra cosa. In soli tre mesi siamo riusciti a definire il programma: pilota, sponsor, ma soprattutto passare da un foglio bianco ad una CRT in grado di ben figurare a Laguna Seca e Indianapolis”. Tornati nell’AMA Superbike lo scorso anno con una Kawasaki Ninja ZX-10R (ribattezzata “Black Ops AP10” a seguito del disimpegno di Kawasaki USA dalla categoria), Attack Performance ha sviluppato su questa base un proprio telaio doppio trave in alluminio ultimato il mese scorso, giusto in tempo per effettuare un primo “shakedown” Buttonwillow Raceway Park con Steve Rapp, pilota di esperienza nel circuis AMA, due volte 4° nell’ultimo round dell’American Superbike andato in scena al Mid Ohio Sports Car Course di Lexington. Vincitore lo scorso anno tra le “Superbike Expert” nell’ambito dei campionati WERA West Series all’Auto Club Speedway di Fontana, Steve Rapp con la APR-CRT di Attack Performance affronterà i GP di Laguna Seca e Indianapolis con un vantaggio non da poco rispetto agli altri “Claiming Rule Team”: un’enorme banca-dati del Mazda Raceway, tre propulsori Kawasaki ZX-10R da utilizzare nell’arco del fine settimana secondo quanto consentito dalle norme vigenti FIM. Con soltanto 3 mesi di gestazione ed un test privati, Attack Performance si prepara così alla sfida-MotoGP. “Per noi l’obiettivo sarà quello di difenderci bene con le altre CRT“, spiega Stanboli, mente della prima CRT Made in USA della storia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy