MotoGP Assen: Casey Stoner “Mi son sentito ancora male”

MotoGP Assen: Casey Stoner “Mi son sentito ancora male”

L’australiano rileva l’entità dei suoi problemi

Commenta per primo!

La situazione è molto complicata. E delicata. Casey Stoner ad Assen è stato costretto a chiuder 3° (ad un “folle”, per lui, distacco dalla vetta di 23″) complici i problemi che ne hanno condizionato le performance anche a Barcellona. L’australiano, che ha è stato prontamente soccorso dai dottori della Clinica Mobile, ha presenziato alla cerimonia (obbligatoria) del podio salvo preferir non prender parte alla conferenza stampa, rifugiandosi legittimamente nel proprio piccolo motorhome assistito dalla moglie Adriana, dal padre Colin, dai medici e seguito da vicino anche da Livio Suppo.

I commenti di Casey Stoner sulla gara di Assen sono pertanto riportati sul comunicato stampa ufficiale Ducati. “Pensavo sinceramente di stare bene ma nel corso del week-end le cose sono mano a mano peggiorate e anche se ho preso delle vitamine e degli integratori, nulla sembra aver funzionato. Adesso chiaramente dobbiamo andare un po’ più a fondo alla cosa perché non è possibile andare avanti così, ci sta costando troppi punti. Grazie al cielo anche oggi avevo a disposizione una moto fantastica e devo essere grato alla mia squadra per questo. Grazie anche al dottor Macchiagodena che mi ha assistito con grande attenzione e tempestività sia in Catalunya sia qui ad Assen. Invece è un po’ una sfortuna che non ci sia molto tempo adesso per recuperare prima di Laguna ma staremo a vedere come si mettono le cose e cosa possiamo fare“.

Tanto è il rammarico dell’australiano del Ducati Marlboro Team che ha così perso 9 punti da Valentino Rossi in campionato, anche se è tanta la preoccupazione per uno stato fisico che non aiuta in questo momento.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy