MotoGP: Andrea Dovizioso “A Indy per riscattare Brno”

MotoGP: Andrea Dovizioso “A Indy per riscattare Brno”

L’italiano vuole rifarsi della caduta di Brno

di Redazione Corsedimoto

Priorità numero uno: cancellare la scivolata di Brno. Con questa convinzione il forlivese Andrea Dovizioso ha intenzione di competere sul circuito di Indianapolis, per l’undicesimo round della stagione 2010. La disfatta della Repubblica Ceca infatti, con pericolosa scivolata alla curva dieci, nel corso del terzo giro, con moto e pilota rimasti al centro della pista, è stata doppiamente amara se si conta che il pilota ufficiale Honda HRC aveva mostrato un passo molto più che competitivo per tutto il week-end.

Un ritmo gara senz’altro più importante di quello sostenuto lo scorso anno sul tracciato americano, dove ottenne in ogni caso un quarto posto finale. Ma il rendimento del compagno di squadra ad Indy nella stagione 2009 fa ben sperare l’italiano, per una prestazione che lo aiuti a risalire in classifica e modificare il trend in discesa rispetto alla prima parte di stagione.

“Guardo sempre con buon occhio il competere negli Stati Uniti”, commenta Andrea Dovizioso, “e questa volta non è diverso. Mi piace visitare l’America, e il circuito di Indianapolis è la tipica sede americana con grandi infrastrutture ed enormi tribune. Il tracciato MotoGP non è particolarmente interessante ma l’atmosfera è sempre speciale. Il circuito ha diversi tipi di superficie e lo scorso hanno ha reso il tutto abbastanza difficile, ma penso che con il pacchetto a disposizione ora, e specialmente con questa distribuzione dei pesi, le varietà di asfalto e i diversi livelli di grip non saranno un problema.

Se guardo indietro al Gran Premio di Brno devo ammettere che, eccetto il risultato finale, è stato un buon week-end. Eravamo competitivi, il nostro passo di gara era buono ma il risultato non è arrivato. Quindi ora ci rechiamo ad Indy determinati a trasformare questa buona prestazione in risultato. Abbiamo bisogno di buone performance per il team e per la classifica. Lo scorso anno ho concluso quarto, ma non siamo stati veloci come i piloti di testa, e Dani (Pedrosa) è stato davvero rapido. Ma questo significa che abbiamo il potenziale per far bene, e questa è una motivazione ulteriore per il fine settimana.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy