MotoGP: 2° giorno di Test a Jerez, Rossi il più veloce in pista

MotoGP: 2° giorno di Test a Jerez, Rossi il più veloce in pista

A pochi millesimi Lorenzo, Crutchlow e Pedrosa

Commenta per primo!

Alle 16:30 in punto, con gran rammarico di appassionati e addetti ai lavori, la ricomparsa della pioggia. Peccato, peccato davvero, perchè a Jerez de la Frontera la seconda giornata di Test IRTA riservata alla classe MotoGP aveva proposto un acceso confronto per il primato con un poker d’assi racchiuso in poco più di 1/10. Intorno alle 15:00 Valentino Rossi, sceso in pista con i nuovi colori Yamaha Factory Racing 2013 (ma soprattutto con novità in materia di ciclistica), aveva scalato la classifica fermando i cronometri sull’1’39″525, distante sì dalla pole-record 2008 (era pre-monogomma) di Jorge Lorenzo in 1’38″189, ma assolutamente in linea con la pole conquistata proprio dal maiorchino nel GP 2012, soltanto 7/1000 più alto rispetto all’1’39.532. Una buona notizia per Valentino Rossi, deciso a riconfermarsi anche nel “rush finale” dov’erano attesi gli assalti dello stesso Campione del Mondo in carica Jorge Lorenzo (2° a soli 15 millesimi!), Cal Crutchlow (3° con la M1 “Sat” del Team Tech 3 a 0″049!) e Dani Pedrosa (4° scontando 105/1000 di svantaggio), ma la pioggia ha scongiurato la possibilità di assistere ad una conclusiva ora di prove della giornata dall’alto tasso di spettacolarità con un acceso confronto per la conquista della “pole”. Cal Crutchlow Al 9 volte Campione del Mondo in carica resta dunque il miglior crono in 1’39″525, con un tris di temibili avversari distanziati soltanto da una manciata di millesimi. Bene per lo spettacolo, bene per il “Dottore”, sul piano velocistico decisamente più incisivo rispetto alle prove di Sepang-2 e Austin, tenendo testa anche sul passo ad un Jorge Lorenzo pur sempre a soli 15/1000 a precedere Cal Crutchlow terzo a completare il tris Yamaha di testa, convincente nell’arco di tutta la pre-season 2013 dove ha costantemente mostrato un ritmo-gara da podio e da… Factory Rider. Alla Yamaha resta così la “prima fila” di questa seconda giornata di test a Jerez, con la Honda inaspettatamente costretta ad inseguire. Dani Pedrosa, grande protagonista delle prove in Malesia, chiude a 105/1000 dalla vetta verificando il potenziale di una serie di evoluzione per la propria RC213V. Non va oltre il settimo crono invece Marc Marquez, preceduto anche da Alvaro Bautista incappato in una rovinosa caduta alla curva “Pons” rimediando due micro-fratture al terzo e quarto metacarpo della mano sinistra, ma che gli consentiranno comunque di scender in pista domani per la conclusiva giornata di test in Andalusia. Andrea Dovizioso Una scivolata all’attivo, ma alla “Expo 92” in fondo al rettifilo dei box, invece per Stefan Bradl, ottavo a precedere le Ducati di Andrea Iannone (convincente 9°) e Nicky Hayden (10°), anche se è Andrea Dovizioso che può abbozzare un sorriso al box-in-Rosso grazie al quinto crono di giornata contenendo lo svantaggio a poco meno di 8/10 dalla vetta grazie ad una GP13 profondamente rinnovata con un inedito profilo aerodinamico studiato dai tecnici Ducati Corse nelle ultime settimane. Si lavora e tanto a Borgo Panigale anche grazie all’apporto del tester Michele Pirro (in pista con una Desmosedici “Evo”), vengono scoperti nuovi valori in campo tra i “Claiming Rule Team”: Hector Barbera con la BQR-FTR motorizzata Kawasaki del team Avintia Blusens conquista la “pole” a scapito del Campione in carica Aleix Espargaro (ART-Aprilia 2013 del team Aspar) e del nostro Danilo Petrucci (3° di classe con la Ioda Suter BMW), non sfigura nemmeno Claudio Corti che in sella alla FTR Kawasaki del Forward Racing tiene il passo della seconda ART-Aspar affidata a Randy De Puniet. Domani, dalle 10:00 alle 18:00, conclusiva giornata di prove a Jerez de la Frontera. MotoGP World Championship 2013 Test IRTA Jerez, Classifica 2° Giorno 01- Valentino Rossi – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – 1’39.525 02- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.015 03- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.049 04- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.105 05- Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 0.797 06- Alvaro Bautista – Go&Fun Honda Gresini – Honda RC213V – + 1.161 07- Marc Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 1.189 08- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 1.258 09- Andrea Iannone – Energy T.I. Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 1.563 10- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 1.800 11- Hector Barbera – Avintia Blusens – BQR FTR – + 1.851 (CRT) 12- Bradley Smith – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.873 13- Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP13 – + 1.919 (CRT) 14- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – + 2.004 (CRT) 15- Michele Pirro – Ducati Test Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 2.078 16- Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP13 – + 2.161 (CRT) 17- Claudio Corti – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – + 2.176 (CRT) 18- Ben Spies – Ignite Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 2.177 19- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – ART GP13 – + 2.391 (CRT) 20- Yonny Hernandez – Paul Bird Motorsport – ART GP13 – + 2.525 (CRT) 21- Bryan Staring – Go&Fun Honda Gresini – FTR Honda MGP13 – + 2.582 (CRT) 23- Hiroshi Aoyama – Avintia Blusens – BQR FTR – + 4.434 (CRT) 24- Michael Laverty – Paul Bird Motorsport – PBM 01 – + 4.660 (CRT) 25- Lukas Pesek – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – + 5.349 (CRT)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy