Kevin Schwantz prova la Suzuki MotoGP “Che emozione!”

Kevin Schwantz prova la Suzuki MotoGP “Che emozione!”

Undici giri al COTA in sella alla Suzuki XRH-1

Commenta per primo!

Archiviato il weekend di gara, il Circuit of the Americas di Austin sta ospitando una due-giorni di Test del Suzuki MotoGP Test Team in vista del ritorno della casa di Hamamatsu nella top class a partire dalla prossima stagione anticipato, come ribadito nei giorni scorsi da Davide Brivio, dalla comparsata in qualità di wild card nell’ultimo round 2014 a Valencia. Accanto a Randy De Puniet e Nobuatsu Aoki, il Suzuki MotoGP Test Team al COTA ha potuto contare su un illustre tester del calibro di Kevin Schwantz. Il leggendario Campione del Mondo 500cc 1993 ha completato 11 giri in sella alla Suzuki XRH-1 vantando un miglior riferimento cronometrico di 2’11″75 contro il 2’06″41 fatto registrare da Randy De Puniet. Il leggendario numero 34 Oltre al prototipo Suzuki XRH-1 MotoGP, Schwantz ha provato la GSX-R 1000 del team Yoshimura Suzuki dell’AMA Superbike affiancando i titolari Roger Hayden (2 volte 2° nel primo round a Daytona), Martin Cardenas e Chris Clark. Un test con la “Gixxer” in vista della partecipazione, per il secondo anno consecutivo, alla 8 ore di Suzuka, questa volta con Yoshimura e con una GSX-R diversa nelle specifiche tecniche (pneumatici compresi: Bridgestone e non Dunlop) rispetto alla moto provata in questi giorni ad Austin. “Sono salito in sella alla Suzuki MotoGP dopo aver provato la GSX-R 1000: sembrava di passare da una 500cc ad una 250cc!“, ha ammesso Kevin Schwantz. “La MotoGP è una moto davvero piccola, compatta, ma è velocissima e gira rapidamente dalle curve. La MotoGP ha chiaramente più potenza, quando freni ed acceleri la moto fa tutto il resto. Kevin Schwantz con Davide Brivio Penso che la Suzuki dovrebbe correre già ora, il più presto possibile! In ogni caso dopo aver provato la MotoGP ho deciso di continuare a testare la GSX-R in vista della 8 ore di Suzuka, pertanto domani (oggi in Italia, ndr) mi limiterò a guidare soltanto la Gixxer“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy