Jonathan Rea: “Buona terza fila all’esordio in MotoGP”

Jonathan Rea: “Buona terza fila all’esordio in MotoGP”

Conquista la terza fila grazie al 9° crono nelle qualifiche

Commenta per primo!

All’esordio in MotoGP dalla porta principale, Jonathan Rea non ha per nulla sfigurato nel turno unico di qualifiche a Misano Adriatico. Con soltanto tre giorni di test in sella alla Honda RC213V Factory Spec. orfana dell’infortunato Campione del Mondo in carica Casey Stoner, il 25enne nordirlandese, pur avendo di fatto perso i primi tre turni di prove per le condizioni della pista, ha contenuto lo svantaggio dalla pole e dal proprio compagno di squadra Dani Pedrosa a 1″5.

Sul tracciato dove nel 2009 ha conquistato la sua prima vittoria in carriera nel Mondiale Superbike, “Johnny” spera domani di riconfermarsi su questi livelli: un traguardo ampiamente alla portata dell’ex contendente al titolo del BSB e World Supersport nonchè recente vincitore della 8 ore di Suzuka, specie considerati i progressi evidenziati in così poco tempo.

Ero un pò nervoso questa mattina perchè all’esordio in MotoGP perder due turni di prove non è proprio il massimo“, spiega Jonathan Rea. “Purtroppo anche la sessione della mattinata non è stata particolarmente indicativa, per questa ragione sono davvero soddisfatto di questa terza fila: il mio obiettivo era la top-10 e ci sono riuscito.

Ad ogni uscita imparo sempre qualcosa di nuovo, ma devo dire grazie alla squadra che mi ha aiutato nel conoscere moto, gomme e categoria in così poco tempo. I tecnici sono stati bravissimi ad interpretare le mie sensazioni e mettermi in condizione di trovare una buona messa a punto.

Per domani si prospetta comunque una gara impegnativa, cercherò di dare il massimo, non commetter errori e portare a casa il miglior risultato possibile. Se devo esser sincero adesso sono un pò teso, ma domani allo spegnimento del semaforo non sentirò più la pressione…“

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy