Alonso nega a Dovizioso la prima vittoria da Ducatista

Alonso nega a Dovizioso la prima vittoria da Ducatista

Il Kart Challenge Exhibition archivia il Wrooom 2013

Commenta per primo!

Secondo tradizione, il “Challenge Exhibition” presso il Laghetto ghiacciato di Madonna di Campiglio ha concluso il programma di eventi del “Wrooom”, F1 & Press Ski Meeting organizzato dal main sponsor (tabaccaio) condiviso tra Ferrari Formula 1 e Ducati MotoGP. Ai comandi di caratteristici Kart preparati per l’occasione e doverosamente equipaggiati di gomme “chiodate”, si sono confrontati in due”manche i piloti Ferrari e Ducati con la sola assenza di Ben Spies, fuori gioco per preservare la spalla infortunata lo scorso anno. Nonostante la temperatura polare (-7°!), lo spettacolo non è mancato con Fernando Alonso grande mattatore, ma con un Andrea Dovizioso in gran spolvero. All’esordio “ufficiale” da pilota Ducati, il forlivese è arrivato ad un soffio dalla vittoria nella prima manche, spedito in testacoda proprio da Alonso all’ultima curva dopo aver condotto a lungo la contesa.

Comprensibile “disappunto” del Dovi per la vittoria sfumata, con quei punti utili che non gli hanno permesso di conquistare il podio virtuale dell’evento, 4° a -3 da Felipe Massa, ma pur sempre davanti al neo-compagno di squadra Nicky Hayden che ha condotto la corsa nella seconda manche. Qualche difficoltà in più con i Kart sul ghiaccio per Andrea Iannone, 5° e 8° nelle du emanche, ma motivato come non mai a tornare in sella alla Ducati MotoGP tra poco meno di un mese a Sepang.

I piloti al via del Challenge Exhibition

1- Luca Badoer
2- Edoardo ‘Dudù’ Massa
3- Fernando Alonso
4- Felipe Massa
5- Marc Genè
6- Giancarlo Fisichella
04- Andrea Dovizioso
29- Andrea Iannone
69- Nicky Hayden

La Cronaca del Wrooom Challenge Exhibition 2013

Ad aprire le danze, poco prima delle 18:00, le qualifiche ufficiali, con 12 giri a disposizione per ciascun pilota per dare l’assalto alla pole. Il più veloce del “Time Attack” è risultato Felipe Massa, in pole grazie al crono di 27″061 a precedere il compagno di squadra in Ferrari Fernando Alonso (28″204) e Andrea Dovizioso, terzo e miglior “Ducatista” a scapito di Nicky Hayden (4°, 29″599) e Andrea Iannone, 9° a chiudere la schermata dei tempi in 30″265.

Qualifiche Kart Challenge Exhibition 2013

1- Felipe Massa – 27″061
2- Fernando Alonso – 28″204
3- Andrea Dovizioso – 29″472
4- Nicky Hayden – 29″599
5- Giancarlo Fisichella – 29″653
6- Marc Genè – 29″895
7- Luca Badoer – 30″207
8- Edoardo Massa – 30″715
9- Andrea Iannone – 30″265

Concluse le qualifiche, a Madonna di Campiglio tutto è pronto per la prima “manche”. Con partenza lanciata Felipe Massa conserva la pole su Fernando Alonso, ma è subito grande bagarre tra i due Ferraristi: il due-volte Campione del Mondo ci prova subito al 2° giro, ma finisce per andare in testacoda spalancando le porte ad un combattivo Andrea Dovizioso. Il forlivese è scatenato e si ritrova addirittura in testa al 3° passaggio, favorito dal caos tutto “in famiglia” Massa: Dudù, fermo alla 1° curva, finisce per ostacolare il fratello Felipe. Il “Dovi”, a dispetto di Hayden fermo a bordo pista, viaggia con riferimenti cronometrici di tutto rispetto (suo il giro veloce i 29″081) e resiste per qualche giro alla rimonta di Massa. Quando la vittoria per il pilota brasiliano sembrava una pura e semplice formalità, a poche tornate dal termine un testacoda consente a Dovizioso di riportarsi al comando seppur “braccato” da un Alonso in piena “Remontada”. All’ultimo giro i due sono a contatto e Fernando azzarda un sorpasso al limite a pochi metri dal traguardo: contatto e a farne le spese è proprio Dovizioso, passato da una potenziale vittoria all’esordio da pilota Ducati al quarto posto finale. Vince così Alonso, a lui 25 punti da difendere in Gara 2 dagli assalti di Fisichella (2°, 18 punti), Massa (3°, 15), a seguire Dovizioso, Iannone, Genè, Badoer con Hayden 8° (e doppiato).

Classifica 1° Manche Kart Challenge Exhibition

1- Fernando Alonso – 20 giri in 10’02.515
2- Giancarlo Fisichella – + 3.887
3- Felipe Massa – + 5.775
4- Andrea Dovizioso – + 7.777
5- Andrea Iannone – + 16.199
6- Marc Genè – + 27.564
7- Luca Badoer – a 1 giro
8- Nicky Hayden – a 1 giro
9- Edoardo Massa – a 3 giri

Alle 18:30 in punto via alla decisiva seconda manche con lo schieramento di partenza “rovesciato” rispetto alle posizioni d’arrivo di Gara 1. Per questa ragione Nicky Hayden, soltanto ottavo nella prima contesa, si ritrova in testa e riuscirà a condurre per diversi giri, salvo poi dover cedere la leadeship ad uno scatenato (ed oggettivamente imprendibile) Fernando Alonso. Rispetto a Gara 1 poche emozioni, ma un colpo di scena ha rischiato di stravolgere gli equilibri a 2/3 della distanza: per sistemare le protezioni entra “in pista” la Safety Car (una splendida Ferrari F12 Berlinetta) ricompattando il gruppo con Alonso, Fisichella, Hayden, Genè, Massa e Dovizioso (6°) in fila indiana. Al restart per una gara “sprint” di soli 5 giri Alonso riuscirà a vincere gara e trofeo, sul podio Nicky Hayden, 4° Dovizioso con Iannone 7°.

Classifica 2° Manche Kart Challenge Exhibition

1- Fernando Alonso – 20 giri in 10’45.459
2- Giancarlo Fisichella – + 7.011
3- Nicky Hayden – + 9.165
4- Andrea Dovizioso – + 10.765
5- Felipe Massa – + 12.404
6- Marc Genè – + 13.355
7- Edoardo Massa – a 1 giro
8- Andrea Iannone – a 1 giro
9- Luca Badoer – a 1 giro

A punteggio pieno (50 punti) Fernando Alonso si aggiudica così il “Challenge Exhibition” del Wrooom 2013, sul podio gli altri Ferraristi Giancarlo Fisichella (36) e Felipe Massa (25), a -1 dalla top-3 Andrea Dovizioso che chiude 4° con 24 punti contro i 19 maturati da Nicky Hayden ed i 14 di Andrea Iannone (7°). Per il Wrooom l’appuntamento è rimandato al gennaio 2014, mentre per i piloti Ducati MotoGP l’attesa è di poche settimane: dal 5 al 7 febbraio prossimi tutti in pista a Sepang!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy