MotoGP: Valentino Rossi “Vinales accelera, io no. Serve capire perchè”

MotoGP: Valentino Rossi “Vinales accelera, io no. Serve capire perchè”

Valentino Rossi 6° a Phillip Island, con Yamaha che con Maverick Vinales torna alla vittoria dopo 26 GP

di Luigi Ciamburro
Valentino Rossi a Phillip Island

Valentino Rossi non brilla a Phillip Island nonostante un circuito che sulla carta si preventivava favorevole. Maverick Vinales ha riportato la Yamaha alla vittoria dopo un’assenza lunga 26 GP, il Dottore si è invece dovuto accontentare della sesta posizione finale, una sconfitta che ha riflessi anche sulla classifica Mondiale: Dovizioso sale  a +15, Vinales si fa sotto a -15 punti (qui cronaca e classifica del GP)

Ancora una volta il grip al posteriore ha rallentato la corsa del Dottore, ma stavolta fa riflettere la vittoria del compagno di box. “Ho sofferto per tutta la gara dall’inizio, nel giro di ricognizione il posteriore scivolava già troppo, iniziava a spinnare, poi c’è stato un momento in cui sono riuscito ad arrivare, ho spinto un po’ per cercare di prendere Maverick che oggi è stato molto bravo – ha detto Valentino Rossi a Sky Sport MotoGp -. Però scivolavo troppo e negli ultimi giri ho dovuto rallentare. Soprattutto nelle ultime due curve facevo molta fatica e non avevo neppure velocità sul rettilineo. Speravo di fare meglio, in campionato ho perso tanti punti“.

Come spiegare la differenza di prestazione da Vinales? “Rispetto a Maverick non abbiamo cambiato gomma sulla griglia, forse stando lì un quarto d’ora ho perso un po’ di grip, come se la gomma fosse diventata più dura. Nel giro di ricognizione scivolavo sulla sinistra, non me l’aspettavo, perché nè ieri pomeriggio nè stamattina con la hard ero così in difficoltà“. Nonostante gli sforzi del suo team per non stressare troppo la gomma posteriore, la M1 #46 non è mai entrata in gara, nonostante qualche lampo iniziale: “Siamo sempre molto attenti allo spin e abbiamo lavorato tanto questo week-end per avere una parte posteriore della moto morbida, per non stressare troppo la gomma. In realtà lo spin è molto simile a quello di Maverick, ma lui continua a fare strada, nel senso che accelera, mentre io quando inizio a spinnare perdo tempo. Dobbiamo capire perché e fare meglio nelle prossime gare“.

A consolare Valentino Rossi ci hanno pensato l’incredibile podio di celestino Vietti in Moto3 e il quinto posto del fratello Luca Marini in Moto2: “Celestino ha fatto paura, fare il podio alla seconda gara del Motomondiale senza mai avere visto Phillip Island non è da tutti. Anche mio fratello è stato bravo, questa pista non l’ha mai digerita e invece oggi ha fatto una bella gara“.

Scommetti con Johnnybet

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy