MotoGP: Valentino Rossi non prende rischi ma c’è il podio nel mirino

MotoGP: Valentino Rossi non prende rischi ma c’è il podio nel mirino

Valentino Rossi 7° in griglia di partenza a Phillip Island. Con a lieve pioggia caduta prima delle qualifiche ha reso più difficile il lavoro del Dottore che domani proverà l’assalto al podio.

di Luigi Ciamburro
Valentino Rossi

Valentino Rossi deve accontentarsi della settima finestra in griglia di partenza a Phillip Island, incamerando un gap di oltre 1″ dal miglior crono di Marc Marquez. A dare manforte alle speranze del nove volte campione è la prestazione del collega Yamaha Vinales, secondo, e della M1 satellite di Zarco, terzo. C’è un buon margine di miglioramento per studiare il miglior setting, domani si prevede bel tempo, le basi per puntare al podio sono fondate. (qui cronaca e classifica della qualifica)

Marquez, Iannone e Vinales hanno mostrato di avere qualcosa in più degli altri sul passo gara, ma Valentino Rossi è noto per essere un “pilota della domenica”. Rispetto al venerdì ha compiuto un passo avanti nell’allestimento della moto e molto dipenderà dalla scelta della gomma posteriore: “Personalmente è stata per me una buona giornata, abbiamo migliorato la moto, mi sentivo competitivo anche nella FP3 e nella FP4, questo è un buon segno per il mio passo gara“, ha commentato il Dottore. Forse è mancato un pizzico di coraggio… “Purtroppo le condizioni in qualifica erano molto, molto difficili. Ha piovuto un po’… Dovevi andare con le slick e spingere al 100 per cento. Non è stato facile. Questi non sono normalmente le mie condizioni preferite. Si doveva prendere un sacco di rischio. Bisogna essere molto, molto coraggiosi. Perché sei molto veloce in molte curve, ma non si sa mai qui. Dovevo girare con le gomme slick ma non avevo idea se l’asfalto era asciutto o bagnato alla curva successiva. Ciò richiede grande coraggio“.

L’esito della gara dipenderà dalla scelta delle mescole, poichè a Phillip Island l’usura della gomma posteriore gioca un ruolo fondamentale, e dal lavoro che si svolgerà da questo pomeriggio fino al warm-up di domani, in termini di set-up e bilanciamento dei pesi. “Forse assisteremo ad una gara eccitante come l’anno scorso“, ha aggiunto Valentino Rossi. “Dipende dall’inizio, dalle prime curve e dai primi giri. Sembra che Iannone e Márquez abbiano più velocità degli altri. Ma anche Maverick è veloce, poi ci sono Zarco, Dovizioso, Rins, io e tutti gli altri. Vedremo“. Tre Yamaha nelle prime sette posizioni fanno sperare nel podio finale: “Vinales è in ottima forma qui, Iannone è più veloce di me, Marquez ha usato sempre le gomme usate ma domani combatterà. L’anno scorso abbiamo fatto  la miglior gara della stagione“.

Scommetti con Johnnybet

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy