MotoGP, Valentino Rossi: “Abbiamo vissuto il sogno, ho sbagliato”

MotoGP, Valentino Rossi: “Abbiamo vissuto il sogno, ho sbagliato”

Valentino Rossi 18° a Sepang dopo una caduta a 4 giri dalla fine. Il Dottore si consola con il trionfo iridato di Pecco Bagnaia e la prima vittoria di Luca Marini.

di Luigi Ciamburro
Valentino Rossi

Il sogno di Valentino Rossi si è infranto (qui le foto della caduta) a quattro giri dalla bandiera a scacchi, in una giornata storica contrassegnata dal titolo mondiale di Francesco Bagnaia e dalla prima vittoria di suo fratello Luca Marini. Mancava la ciliegina sulla torta, ma il Dottore ha compiuto un errore nel tentativo di difendersi dagli attacchi di Marc Marquez, quando la gomma posteriore iniziava a cedere sotto i colpi del mancato grip e delle temperature tropicali.(Qui cronaca e classifica del GP)

TRIONFO DELL’ACADEMY – A guardare il bicchiere mezzo pieno c’è una Yamaha M1 che inizia a diventare competitiva anche nella seconda parte di gara. Ne è una prova la vittoria di Maverick Vinales a Phillip Island e quella sfiorata a Sepang. “Una giornata fantastica, ci mancava la ciliegina sulla torta purtroppo. Oltre a Pecco è importante per noi del team, quando si vince si fa la differenza – ha affermato Valentino Rossi a Sky Sport MotoGP -. Siamo felicissimi, l’abbiamo vissuta giorno dopo giorno tutti insieme, anche Luca che oggi ha vinto la prima gara. L’anno scorso è arrivato in Moto2, sapevo che quest’anno mi avrebbe impressionato, è uno che fa quello che va fatto“. A breve Rossi e Pecco saranno avversari in Top Class, già dal martedì dopo Valencia, primo test ufficiale del 2019: “Io e Pecco cercheremo di goderci questi momenti, fino al martedì di Valencia, poi sarà un po’ più difficile il nostro rapporto, perché ho paura che vada subito fortissimo“.

SOGNO INFRANTO – Sarà una serata di festa per tutta la VR46 Academy, “loro devono festeggiare e io dimenticare“, ma poteva essere un ‘big party’ se la gara di MotoGP fosse finita diversamente e non con il 18esimo piazzamento finale. “Abbiamo vissuto il sogno, se riusciva a vincere Luca e pure io era la giornata più bella della mia carriera, ci riproveremo sicuramente. Stavo spingendo, volevo cercare di tenere il vantaggio, di fargliela sudare a Marquez fino alla fine“, ha riassunto il Dottore. “Abbiamo migliorato molto in questo week-end, però negli ultimi giri soffriamo ancora un po’ di più… Evidentemente ho sbagliato“. Adesso resta la gara di Valencia e un terzo posto da difendere (Vinales a -2 in classifica) su un tracciato da sempre ostile al pesarese: “Ormai sono nella posizione che ogni volta che prendo la paga devo smettere, ma è una bella motivazione per la gara dopo perché ti dà un po’ di spinta“. Dal reparto di elettronica però arrivano i primi passi avanti che lasciano ben sperare per la prossima stagione: “Nelle ultime gare abbiamo trovato qualcosa di interessante, dobbiamo ancora lavorare, però abbiamo fatto dei buoni week-end, Maverick ha vinto domenica, io potevo vincere oggi, bisogna continuare così“.

Scommetti con Johnnybet

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy