MotoGP Valencia Michelin punta sull’asimmetrica per la tappa finale

MotoGP Valencia Michelin punta sull’asimmetrica per la tappa finale

Michelin fornirà gomme dalla struttura quasi sempre asimmetrica a Valencia, teatro dell’evento conclusivo della stagione 2017.

Siamo ormai all’appuntamento finale di un’intensa stagione 2017 del Campionato del Mondo MotoGP: teatro di questo ultimo atto sarà il circuito Ricardo Tormo di Valencia, un tracciato stretto e di poco più di quattro chilometri, con nove curve a sinistra e cinque a destra, una pista da percorrere in senso antiorario. Qui Marc Marquez e Andrea Dovizioso, separati da 21 punti, daranno vita all’ultima sfida per la conquista della corona iridata. Si tratta quindi di un importante appuntamento finale per Michelin, che punta come sempre a fornire la gomma migliore in modo da non far mancare lo spettacolo in pista.

Gli pneumatici slick saranno disponibili in tre mescole, vale a dire morbida, media e dura: di queste, solo la media anteriore avrà una costruzione simmetrica, mentre tutte le posteriori e le restanti tipologie anteriori presenteranno una spalla sinistra più dura per affrontare al meglio il maggior numero di curve in questa direzione. Data anche la possibilità di pioggia, non così insolita sul tracciato valenciano in questo periodo dell’anno, saranno disponibili anche le gomme da bagnato, mescole extra soft e morbida sia per l’anteriore che per il posteriore. Di queste però, solamente la extra morbida posteriore presenterà una struttura asimmetrica, a differenza delle altre tre tipologie.

“Siamo contenti di tornare in Europa dopo un trittico tra l’Asia ed il Pacifico” ha dichiarato Piero Taramasso, Manager di Michelin Motorsport, “ma è un po’ triste pensare che siamo all’ultima gara della stagione. Sembra che i test ad inizio anno si siano svolti ieri, ma abbiamo avuto gare emozionanti quest’anno ed è stata una stagione di successo per Michelin. Valencia sarà una nuova sfida: può fare freddo al mattino, quindi abbiamo bisogno di gomme che si scaldino presto e con buona aderenza, specialmente sul lato destro. La maggior parte delle curve è però a sinistra e per questo abbiamo pneumatici con struttura asimmetrica. L’evento finale è sempre importante e sono sicuro che anche quest’anno sarà così, considerando poi che il titolo dev’essere ancora assegnato.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy