MotoGP Valencia Michelin porta solo soluzioni di mescola asimmetrica

MotoGP Valencia Michelin porta solo soluzioni di mescola asimmetrica

Il fornitore francese porta gomme con la spalla sinistra più dura, molto diverse da quelle provate nei testi di un anno fa

Si apre l’ultima settimana di gare per quanto riguarda il Motomondiale: il Gran Premio di Valencia infatti, in programma per questo weekend, sarà il gran finale di un’intensa stagione 2016. Un’ultima tappa importante anche per Michelin, che si appresta a tirare le somme di questo ritorno come fornitore unico in MotoGP.

Il circuito valenciano, l’unico nel Motomondiale che presenta gradinate in ogni punto della pista, misura poco più di quattro chilometri, con un lungo rettilineo di 650 metri e quattordici curve, nove delle quali a sinistra. Proprio per sostenere il maggior stress delle gomme in questo senso, tutte le mescole da asciutto avranno una costruzione asimmetrica, con una spalla sinistra più dura: per l’anteriore avremo la media (senza banda) e la dura (con banda gialla), mentre per la posteriore ci saranno la morbida (banda bianca) e la media (senza banda). Michelin porterà nuovamente anche le gomme da pioggia, le cui mescole saranno la extra morbida (banda azzurra), la morbida (banda blu) e la media (senza banda), le stesse sia per l’anteriore che per il posteriore. La gamma viene completata anche dalle gomme intermedie (banda argento), utili in caso di condizioni miste.

Queste le dichiarazioni di Piero Taramasso, Manager del gruppo Two-Wheel Motorsport: “Valencia sarà la nostra ultima gara del 2016, ma questo è l’inizio del 2017 perché avremo un test importante dopo il weekend di gara. La stagione è stata interessante, con tante sfide diverse soprattutto per il tempo, ma speriamo che questo non condizioni il prossimo fine settimana. Abbiamo imparato molto rispetto ai test dell’anno scorso e le gomme saranno molto diverse. Il tracciato può essere freddo al mattino e non avere molto grip, quindi dobbiamo ovviare a questo problema. Viste le molte curve a sinistra, inclusa quella finale, abbiamo portato gomme asimmetriche con una spalla sinistra più dura sia per l’anteriore che per il posteriore, in modo da sopportare al meglio questo tipo di stress.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy