MotoGP: ufficializzata la ”nuova” Direzione Gara, pressione pneumatici…

MotoGP: ufficializzata la ”nuova” Direzione Gara, pressione pneumatici…

La FIM ha comunicato la nuova composizione della Direzione Gara MotoGP, novità anche in merito alla pressione minima degli pneumatici, elettronica…

Adesso è ufficiale. In seguito ad una riunione della Grand Prix Commission tenutasi a Ginevra il 4 febbraio scorso, la MotoGP da quest’anno vedrà una “nuova” Direzione di Gara che si occuperà esclusivamente dell’applicazione di sanzioni e penalità su eventi senza bisogno di accertamenti mentre un secondo organo, composto da tre membri, avrà competenza nell’analisi di azioni di guida pericolosa, ricorsi e ricezione dei reclami. Parallelamente sono previste novità per quanto concerne la pressione minima degli pneumatici, elettronica, eventi promozionali e quickshift in Moto2, come riportato in una nota FIM/Dorna.

“NUOVA” RACE DIRECTION – Con effetto immediato la composizione della Direzione Gara rimarrà invariata con tre membri, nello specifico Mike Webb (Direttore di Gara), Franco Uncini (per conto della FIM) e Javier Alonso (in rappresentanza di Dorna Sports), con l’aggiunta di Graham Webber in qualità di vice-Direttore di Gara che farà le veci del Direttore quando questi sarà occupato. La MotoGP Race Direction continuerà ad essere il principale organo responsabile della gestione efficiente e sicura degli eventi. Tuttavia, la competenza della Direzione di Gara per quanto riguarda l’applicazione di sanzioni e penalità sarà limitata a quei comportamenti in contrasto con il regolamento e essere considerati di fatto indiscutibili. Tali misure devono includere ad esempio infrazioni come l’eccesso di velocità nella corsia dei box, il sorpasso con bandiere gialle, in sostanza tutti gli episodi “palesi” che non hanno bisogno di accertamenti. Tutte le altre questioni che richiederanno ulteriori analisi, comprese le eventuali azioni di guida pericolosa, saranno esaminate dai commissari sportivi esclusivamente competenti nell’infliggere eventuali sanzioni e penalità. I commissari avranno anche competenza sui ricorsi e la ricezione di eventuali reclami. Quest’organo, come anticipato nelle scorse settimane dal Presidente FIM Vito Ippolito, sarà composto da tre membri: il già menzionato Mike Webb (doppio-ruolo in controtendenza rispetto alle premesse iniziali…) e altri due nominati dalla Federazione Motociclistica Internazionale. Webb sarà inoltre responsabile del coordinamento delle attività dei commissari sportivi, del mantenimento di registri e di comunicare le decisioni. In futuro, le eventuali sanzioni imposte dalla Direzione di Gara o dai commissari sportivi saranno comunicate alla scuderia interessata mediante un sistema protetto di posta elettronica con la conferma automatizzata dell’avvenuta lettura del messaggio. Le sanzioni confermate saranno visualizzate anche su il monitor di cronometraggio e comunicate ai media.

PRESSIONE MINIMA PNEUMATICI – Onde evitare il ripetersi di quanto accaduto a Sepang con l’ormai celebre incidente che ha visto sfortunato protagonista Loris Baz, con effetto immediato la normativa vigente in merito alla pressione minima degli pneumatici è stata ulteriormente rafforzata consentendo al Direttore Tecnico FIM, assistito dai tecnici Michelin, di verificare che le pressioni minime delle gomme siano rispettate (come in Formula 1). In ultima analisi, tali informazioni saranno registrate automaticamente tramite il datalogger e sarà disponibile con download per il personale tecnico. Tuttavia, l’attrezzatura e il metodo di registrazione elettronica delle informazioni deve ancora essere finalizzato. Il personale Michelin è ora autorizzato a verificare manualmente la pressione delle gomme in qualsiasi momento.

ELETTRONICA – Approvata la procedura che permetterà al direttore tecnico FIM di controllare i canali di manutenzione specifici sul datalogger interno e l’elenco preciso dei canali obbligatori a disposizione. Ratificata anche la procedura di omologazione per i sensori acquisiti da fornitori terzi nonché quella dai costruttori.

EVENTI PROMOZIONALI – Da quest’anno i piloti dovranno rispettare una serie di ‘mandatory events’, eventi promozionali la cui partecipazione è obbligatoria definiti in base agli accordi di partecipazione tra IRTA e le squadre. Tali obblighi comprendono quello di presenziare a sessioni per la firma degli autografi, alle conferenze stampa, ai giri parata. Da questo momento, con effetto immediato, il mancato rispetto di questi obblighi può adesso comportare sanzioni sportive in aggiunta alle sanzioni pecuniarie contenute negli accordi di partecipazione.

QUICKSHIFT IN MOTO2 – Considerando le problematiche riscontrate negli anni scorsi, nella classe Moto2 il Direttore Tecnico FIM, in accordo con Externpro (fornitore dei propulsori Honda), definirà nelle prossime settimane il marchio e il modello di un prodotto quickshift del cambio messo a disposizione da un fornitore terzo. Effettiva attuazione del presente regolamento sarà tuttavia applicata quando il direttore tecnico è convinto che tutte le squadre abbiano avuto il tempo sufficiente per acquisire il nuovo materiale.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy