MotoGP Texas Adesso l’Aprilia diventa ambiziosa

MotoGP Texas Adesso l’Aprilia diventa ambiziosa

MotoGP Texas Adesso l’Aprilia diventa ambiziosa Aleix Espargaro può puntare al podio?

Commenta per primo!

Il Circuit of The Americas di Austin, in Texas, evoca ricordi piacevoli in casa Aprilia. Nel 2016, anno di debutto della nuova MotoGP italiana, proprio al COTA la RS-GP conquistò un doppio piazzamento a punti. Ma la storia recente permette di guardare alla terza gara stagionale con ambizioni ancora più importanti. La RS-GP 2017 ha mostrato progressi tangibili nei primi due appuntamenti piazzandosi, con Aleix Espargaró, stabilmente nel gruppo di piloti capace di lottare per un posto in top-6.

In Argentina solo una sfortunata scivolata ha impedito all’Aprilia Racing Team Gresini ed al pilota spagnolo di concludere nel migliore dei modi un weekend, fino a quel momento, giocato da protagonisti. Con queste premesse inizia il fine settimana americano della MotoGP, sugli spettacolari 5,5 km del COTA. Un circuito completo, che richiede un grande lavoro sul setup per ottenere il miglior compromesso. Un banco di prova indicativo per la Aprilia RS-GP 2017.

Non vedo l’ora di correre ad Austin” di Aleix Espargaro. “Con la scivolata in Argentina abbiamo perso una buona opportunità di entrare nella top-5, in America lavoreremo sodo per riprendere il nostro percorso di crescita. Ho molta fiducia nella mia moto e nel team, oltretutto mi piace questo paese ed il circuito quindi punto ad iniziare il weekend nel modo giusto e a concludere con il miglior risultato possibile la gara di domenica”.

Sam Lowes è in crescita. “Quello di Austin è uno dei miei circuiti preferiti, qui ho vinto la mia prima gara e finito al secondo posto lo scorso anno. Sento di aver fatto uno step positivo in Argentina a livello di feeling e voglio continuare anche in questo weekend. Speriamo il meteo sia stabile per poter lavorare bene in tutti i turni di prova”.

Romano Albesiano Racing Manager di Aprilia ha detto: “Il COTA è un circuito piuttosto completo, con una parte guidata impegnativa dove serve essere a punto di ciclistica ed un lungo rettilineo con partenza da bassa velocità che mette a dura prova l’antiwheeling. Dal punto di vista tecnico abbiamo qualche novità a livello di alimentazione del motore, mi aspetto che possa migliorare le nostre prestazioni. Per il resto lavoreremo come nei primi due weekend di gara, concentrandoci sia sul passo sia sulla prestazione in qualifica e nei primi giri di gara”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy