MotoGP, Test Valencia: Bagnaia “Subito gran feeling con la Ducati e la squadra”

MotoGP, Test Valencia: Bagnaia “Subito gran feeling con la Ducati e la squadra”

Bagnaia, Mir, Quartararo e Oliveira completano i primi due giorni di test da piloti MotoGP. Ecco le impressioni dei quattro rookie.

di Diana Tamantini, @dianatamantini

Si chiudono due giorni davvero importanti per i quattro piloti chiamati all’esordio nella categoria regina del Motomondiale. Francesco Bagnaia, Joan Mir, Fabio Quartararo e Miguel Oliveira hanno compiuto passi avanti nel loro processo di apprendistato. Il campione Moto2 si è messo ancora una volta in luce come miglior esordiente, bene anche il miglior rookie Moto2, più lontani per il momento il francese ed il portoghese, ma per tutti i tempi al momento contano poco, viste le tante cose da imparare in una MotoGP.

Dopo l’11° tempo ottenuto nella prima giornata, ‘Pecco’ ha messo a referto 44 giri chiudendo ancora una volta appena fuori dai primi 10, abbassando però il suo miglior crono e chiudendo con un 1:31.406, a poco più di sei decimi dal tempo di Viñales. “Sono stati due giorni importanti” ha commentato il pilota a test conclusi. “Il primo impatto con la Ducati è stato impressionante e devo dire di essermi trovato subito molto bene con tutto il team che mi ha messo a mio agio. Abbiamo fatto dei grandi passi in avanti e a Jerez lavoreremo per continuare a migliorare.”

Come il collega, anche Mir ha iniziato a lavorare di più sul set up, con l’obiettivo di adattarsi il più rapidamente possibile alla GSX-RR. Ben 42 i giri completati oggi dallo spagnolo, che ha chiuso con un miglior crono di 1:31.714, l’ultimo ad accusare meno di un secondo dalla vetta. “Siamo riusciti a migliorarsi in ogni sessione e ho provato tantissime cose, come l’elettronica. Sto cercando di capire come funziona una MotoGP, il ritmo è stato buono, ma non sono riuscito a stampare un vero giro veloce. Ci penserò a Jerez, non vedo l’ora di tornare in pista!”

Il pilota Petronas Yamaha SRT Quartararo è stato uno dei più prolifici nella giornata odierna, con ben 61 giri completati ed un miglior tempo in 1:32.091, che gli permette di chiudere in 16° posizione. “Siamo riusciti a migliorare molto” ha dichiarato il francese, “sono davvero contento del lavoro che abbiamo svolto. Ieri non siamo riusciti a realizzare abbastanza giri, ma oggi è andata meglio. Il feeling migliora ogni volta che scendo in pista.”

Progressi significativi anche per Oliveira, che è riuscito a migliorare sensibilmente i suoi riferimenti cronometrici ed a capire un po’ di più il comportamento della sua KTM. Il suo tempo è un 1:33.798 in 46 giri, chiudendo in coda alla classifica, ma il vice-campione Moto2 è soddisfatto di questi primi due giorni. “Abbiamo fatto importanti passi avanti” ha detto. “Abbiamo iniziato a lavorare su molti aspetti, cercando di effettuare delle modifiche che si adattino a quello che chiedo alla moto. Per ora è stato positivo.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy