MotoGP Test Sepang: Lorenzo spara il tempone, Rossi (2°) a quasi 1″

MotoGP Test Sepang: Lorenzo spara il tempone, Rossi (2°) a quasi 1″

Conclusi i Test della MotoGP a Sepang con Lorenzo che infrange il muro dei 2 minuti, Rossi accusa quasi 1 secondo di gap, Marquez e Stoner rispettivamente 3° e 5° con Crutchlow 4°

Sei Campioni del Mondo ai primi sei posti per un bottino complessivo di 24 titoli iridati conseguiti in carriera, ma davanti a tutti c’è un indiscusso ed imprendibile protagonista. In una conclusiva giornata di Test ufficiali della MotoGP al Sepang International Circuit inframezzata da uno sporadico scroscio di pioggia, nella conclusiva ora di attività Jorge Lorenzo ha fatto letteralmente il vuoto rifilando distacchi consistenti ai suoi più diretti inseguitori Valentino Rossi (2° a poco meno di 1″: esattamente 976 millesimi), Marc Marquez (3° a 1″3), Cal Crutchlow (3° a 1″4), Casey Stoner (5° a 1″5) e Dani Pedrosa (6° sempre a 1″5), con quest’ordine a seguire e… a distanza. Senza la disponibilità della specifica Michelin più morbida a disposizione, il cinque volte Campione del Mondo ha effettuato quattro uscite nei 60 minuti conclusivi con tempi spaventosi: primo tentativo alle 10:16 con un best lap di 1’59″966, secondo in 2’00” basso, terzo alle 10:44 ancora sotto i 2 minuti, ultimo e decisivo ‘run’ con, in sequenza, la “pole” in 1’59″580 ed un crono di 1’59″614.

Letteralmente imprendibile sul giro singolo (e non da meno come costanza di rendimento sul passo gara, analisi dei tempi alla mano), il maiorchino ha così lasciato a poco meno di 1″ il suo compagno di squadra Valentino Rossi, secondo accusando un gap di 0″976 con un miglior riferimento cronometrico personale in 2’00″556 e l’unico in grado di contenere lo svantaggio dal #99 sotto al 1″. Lorenzo di fatto non solo oggi ha fatto la differenza su Rossi, ma su tutti gli altri: nel tentativo di risolvere parte delle problematiche incontrate finora Marc Marquez (2’01″047) chiude 3° a 1″303 seguito nel finale da Cal Crutchlow (3° con la Honda RC213V del team LCR di Lucio Cecchinello) con Dani Pedrosa risalito fino alla 6° piazza (2’01″161 a 1″566). Tra di loro si è intromesso con pieno merito e titolo Casey Stoner, di gran lunga miglior Ducatista con la Desmosedici GP15 #27 staccando un apprezzabilissimo quinto crono in 2’01″070 seppur a 1″490 dalla vetta.

L’australiano, che non scenderà in pista nei prossimi test in programma a Phillip Island, si è espresso ad alti livelli in qualità di miglior pilota Ducati e con una serie di tornate nelle ultime 2 uscite (2’01″9 e 2’01″4, conclusivo con il miglior tempo personale di 2’01″0) particolarmente interessante. Con questa performance il Campione del Mondo 2007 e 2011 conferma nuovamente la sua (indiscutibile) velocità tanto da precedere il titolare Andrea Iannone, con la nuova GP16 incappato in una scivolata senza conseguenze ritrovandosi 8° in graduatoria e preceduto allo scadere da Danilo Petrucci, nel finale risalito in 7° piazza al culmine di un travagliato Day 3 caratterizzato da un problema tecnico che non gli ha permesso di completare più di 18 giri. Con la GP15 del Pramac Racing il pilota ternano, il più veloce ieri, ha preceduto il compagno di squadra Scott Redding (9°) e Maverick Vinales (miglior Suzuki, 10°), non è andato oltre il 13° crono Andrea Dovizioso a 2″ dalla vetta. Aspettando la nuova RS-GP (test il 10-11 febbraio ad Aragon), le due Aprilia chiudono in 18° e 21° posizione rispettivamente con Stefan Bradl ed Alvaro Bautista.

MotoGP™ World Championship 2016
Test Sepang
Classifica Finale 3° giorno

01- Jorge Lorenzo – Movistar Yamaha MotoGP – Yamaha YZR M1 – 1’59.580 (36 giri)
02- Valentino Rossi – Movistar Yamaha MotoGP – Yamaha YZR M1 – + 0.976 (38 giri)
03- Marc Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 1.303 (34 giri)
04- Cal Crutchlow – LCR Honda – Honda RC213V – + 1.412 (42 giri)
05- Casey Stoner – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP15 – + 1.490 (30 giri)
06- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 1.581 (48 giri)
07- Danilo Petrucci – Octo Pramac Yakhnich – Ducati Desmosedici GP14.2 – + 1.637 (18 giri)
08- Andrea Iannone – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP16 – + 1.643 (38 giri)
09- Scott Redding – Octo Pramac Yakhnich – Ducati Desmosedici GP15 – + 1.649 (42 giri)
10- Maverick Vinales – Team Suzuki Ecstar – Suzuki GSX-RR – + 1.664 (51 giri)
11- Hector Barbera – Avintia Racing – Ducati Desmosedici GP14.2 – + 1.854 (30 giri)
12- Aleix Espargaro – Team Suzuki Ecstar – Suzuki GSX-RR – + 2.043 (44 giri)
13- Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP16 – + 2.095 (34 giri)
14- Yonny Hernandez – Aspar MotoGP Team – Ducati Desmosedici GP14.2 – + 2.194 (40 giri)
15- Pol Espargaro – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 2.290 (44 giri)
16- Bradley Smith – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 2.338 (65 giri)
17- Loris Baz – Avintia Racing – Ducati Desmosedici GP14.2 – + 2.961 (33 giri)
18- Stefan Bradl – Aprilia Racing Team Gresini – Aprilia RS-GP – + 3.212 (44 giri)
19- Katsuyuki Nakasuga – Yamaha Test Team – Yamaha YZR M1 – + 3.360 (27 giri)
20- Tito Rabat – Estrella Galicia 0,0 Marc VDS – Honda RC213V – + 3.432 (57 giri)
21- Alvaro Bautista – Aprilia Racing Team Gresini – Aprilia RS-GP – + 3.603 (46 giri)
22- Eugene Laverty – Aspar MotoGP Team – Ducati Desmosedici GP14.2 – + 3.939 (25 giri)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy