MotoGP Test Qatar Andrea Iannone “La Desmosedici è OK”

MotoGP Test Qatar Andrea Iannone “La Desmosedici è OK”

Le dichiarazioni dei piloti al termine della seconda giornata dei test Irta a Losail

Maverick Vinales – Ecstar Suzuki – Miglior tempo

E’ stato un altro giorno molto positivo, non solo per il miglior tempo ma per tutto il grande lavoro che abbiamo atto. La strategia step-by-step che abbiamo intrapreso sta dando ottimi frutti e i tempi sul passo sono ottimi. Stiamo lavorando forte in ottica gara e queste prestazioni ci danno fiducia. Sono ancora indeciso sulla scelta del telaio, li stiamo provando entrambi, il 2015 e la versione 2016, perchè ci sono elementi che ci potrebbero permettere di avanzare. Il fatto positivo è che ho fatto il giro veloce col telaio 2015, i tempi con le due soluzioni sono simili per cui abbiamo varie opzioni. Siccome stiamo preparando la gara, non abbiamo avuto tempo per concentrarci sul nuovo cambio seamless, vogliamo farlo quando saremo a posto con il pacchetto. Nell’ultimo giorno faremo una simulazione completa per vedere a che punto siamo. Per adesso mi godo il primato, anche se c’è ancora lavoro da fare.

Andrea Iannone – Ducati Team – Secondo tempo

Anche la giornata di oggi è stata molto positiva: stiamo lavorando molto bene, capiamo sempre meglio le gomme e la nuova moto, e siamo riusciti a migliorare ancora un po’ rispetto a ieri. Dobbiamo ancora lavorare su certi aspetti, però secondo me abbiamo un pacchetto molto buono e competitivo su questa pista, e c’è ancora margine per migliorare. Sono contento del supporto che ricevo sempre da tutti i ragazzi della mia squadra, e domani continueremo il nostro programma di lavoro. Peccato che questa sera ci siamo dovuti fermare un po’ prima del previsto: volevamo fare un long-run e sarebbe stato molto positivo per accumulare dati in vista della gara. Purtroppo un piccolo problema tecnico non ci ha permesso di continuare a girare, ma potremo recuperare domani.

Jorge Lorenzo – Movistar Yamaha – 3°  tempo

Oggi è stato un più difficile andare forte rispetto al primo giorno perchè avevo l’impressione che la pista fosse un pò più scivolosa. Abbiamo provato molti particolari d’elettronica e gomme e anche se non abbiamo fatto grandi miglioramenti siamo comunque nella top tre e questa è una cosa buona. Ho fatto anche degli stint più lunghi per verificare il comportamento della moto sulla distanza e sono felice perchè il passo è migliorato molto rispetto alla giornata iniziale.

Scott Redding – Octo Pramac Yakhnich Ducati – 4° tempo

Sono molto soddisfatto per come sono andate le cose oggi. Ho migliorato il tempo ed era un obiettivo. Ho girato molto con la gomma dura, con gran feeling, poi ho provato la morbida ma non ho trovato molti benefici. Avevo molto grip dietro e poca confidenza con l’anteriore. Questo è problema che dobbiamo cercare di risolvere. Non sappiamo se questa sarà la gomma della gara, domani faremo altre prove. Tutto considerato, però, sento di stare molto bene sulla moto e anche il passo è costante anche se non sto ancora spingendo al 100%. Sto cercando di divertirmi sulla moto per far tornare la mia fiducia. E sono molto contento.

Andrea Dovizioso – Ducati team – Sesto tempo

Oggi è stata un’altra giornata molto produttiva, e sono soddisfatto perché abbiamo potuto fare delle prove di set-up, lavorando su vari aspetti della moto. Abbiamo ottenuto dei piccoli miglioramenti e poi, allo stesso orario in cui partirà il GP, abbiamo provato a fare una simulazione di gara. Sono davvero contento perché sono riuscito a mantenere un passo molto costante, e addirittura ho fatto il mio giro più veloce a tre quarti del long-run e questo secondo me vuol dire che possiamo andare ancora più forte. Non siamo ancora del tutto a posto, perché durante la simulazione ho verificato che dobbiamo migliorare alcuni dettagli, però in generale sono davvero soddisfatto.

Valentino Rossi – Movistar Yamaha  – 8°  tempo

Il secondo giorno è andato bene, abbiamo lavorato molto. Alla fine la prestazione non è stata fantastica in termini di tempo e posizione, sono andato un pò peggio rispetto al primo giorno ma in realtà non mi sono concentrato sul time attack perchè la cosa più importante era risparmiare gomme per la giornata finale. Non abbiamo molte coperture per cui bisogna gestire il quantitativo. L’ultima sessione sarà molto importante perchè dobbiamo verificare la nostra prestazione e anche compiere un long run per capire il passo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy