MotoGP: Test KTM a Brno conclusi con successo

MotoGP: Test KTM a Brno conclusi con successo

Nuovi test per la KTM RC16 MotoGP a Brno con Mika Kallio e Karel Abraham: il 2017 è ormai alle porte…

Contemporaneamente all’annuncio dell’ingaggio di Pol Espargaro per la stagione 2017, all’Automotodrom Brno la KTM RC16 MotoGP è nuovamente scesa in pista a distanza di poche settimane dalla precedente uscita sempre sul tracciato della Repubblica Ceca. In questa circostanza il meteo è stato decisamente favorevole e le condizioni della pista erano simili a quelle riscontrate a Misano ad inizio maggio. Tutto ciò ha permesso di compiere, con Mika Kallio e Karel Abraham in sella, progressi nello sviluppo della KTM RC16 che verrà utilizzata nella categoria regina del Motomondiale.

Questa volta siamo stati fortunati anche con il tempo ed il team è stato in grado di provare molte cose sviluppate in fabbrica dopo gli ultimi test“, ha spiegato Mike Leitner, Vice-Presidente del Settore Onroad di KTM Racing. “Entrambi i piloti sono molto soddisfatti del lavoro dei tecnici e hanno notato un deciso progresso. Dobbiamo ora confermare questi miglioramenti durante il prossimo test, nel quale Randy De Puniet lavorerà di nuovo con noi e sarà in grado di darci ulteriori informazioni“.

A Misano abbiamo per la prima volta trovato condizioni favorevoli ai test ed abbiamo raccolto una quantità incredibile di informazioni che ci hanno permesso di capire in che direzione lavorare“, commenta il Direttore Tecnico Sebastian Risse. “Il tempo di preparazione tra un test e l’altro non è stato molto ma abbiamo reagito e lavorato su dettagli specifici qui a Brno. Da una parte siamo riusciti a compiere importanti progressi per quanto riguarda la rigidità del forcellone ed il telaio, mentre dall’altra ci sono stati ulteriori sviluppi all’elettronica, che ha bisogno di condizioni della pista e gomme normali“.

Mika Kallio in sella alla KTM RC16 MotoGP a Brno
Mika Kallio in sella alla KTM RC16 MotoGP a Brno

Per Mika Kallio il Test a Brno “è stato migliore rispetto a quello di Misano. La moto sta cominciando a comportarsi come piace a me ed è più facile da guidare. Questo dipende per prima cosa dall’elettronica, che sta funzionando meglio, e come seconda cosa dai cambiamenti alla forcella anteriore. Attualmente vedo un grande potenziale nel telaio, sul quale abbiamo svolto molte prove ed ora abbiamo un’idea migliore dell’impatto che i singoli cambiamenti hanno uno sull’altro. C’è ancora molto lavoro da fare e di solito non succede nulla da un giorno all’altro, ma stiamo migliorando in ogni test“.

Karel Abraham, di casa (nel senso letterale del termine a Brno), ha così commentato il suo secondo Test con la KTM RC16 MotoGP. “Due giorni fa si prevedeva pioggia, invece siamo riusciti a sfruttare al massimo il tempo in pista, girando anche durante la pausa pranzo. Da aggiungere poi che ho raggiunto il mio personale obiettivo per quanto riguarda i tempi. Abbiamo provato tante cose e spero di essere stato in grado di dare molte informazioni al team in modo da compiere un altro passo avanti nel corso del prossimo test. Per me è stato stancante, ma sono contento dei risultati e grato al team per essere migliorato così tanto tra un test e l’altro“.

Il team KTM MotoGP Factory Racing si sposterà ora in Spagna, dove nel corso della prossima settimana verranno realizzati ulteriori test per continuare lo sviluppo della KTM RC16 assieme a Mika Kallio e Randy De Puniet.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy