MotoGP Test Austria Domina Ducati, KTM a due secondi

MotoGP Test Austria Domina Ducati, KTM a due secondi

Le Rosse protagoniste della prima giornata di collaudi al Red Bull Ring. Casey Stoner quarto. La KTM a oltre due secondi dal top

1 Commento

La Ducati ha dominato la prima giornata dei test MotoGP a Red Bull Ring (ma a noi piacerebbe poterlo continuare a chiamarlo Zeltweg…) con Andrea Dovizioso davanti a tutti.

Il forlivese ha stampato un ottimo 1’23″764 precedendo di mezzo secondo il compagno Andrea Iannone, poi Scott Redding e lo special tester Casey Stoner, che ha girato in 1’24″502, compiendo in tutto 27 giri.

Andrea Dovizioso
Andrea Dovizioso

Valentino Rossi ha fatto il nono tempo in 1’25″054, meglio di Jorge Lorenzo fermo a 1’25″175, undicesima prestazione di giornata.

In Austria sta girando anche la KTM RC16, al primo confronto diretto con le avversarie che si troverà di fronte nel 2017 e come antipasto nella gara conclusiva di Valencia, a novembre. Il tester Mika Kallio ha fatto 1’26″058, a 2″2 dalla Ducati.

Mercoledi 20 luglio seconda e ultima giornata. Il Red Bull Ring ospiterà il GP d’Austria il 14 agosto, decima prova del Mondiale al rientro dalla breve sosta estiva. E qualcuno si chiede se il tracciato sia perfettamente sicuro per le moto. “Non ci sono sufficienti spazi di fuga, specie in caso di bagnato” ha scritto via Twitter Casey Stoner postando le foto di  un paio di punti critici. Oggi l’ex iridato 500GP  Franco Uncini, uno dei responsabili della sicurezza, ha fatto un’ispezione per farsi un’idea della situazione. Ma la domanda sorge spontanea: l’omologazione MotoGP chi l’ha rilasciata?

I tempi: 1. Dovizioso (Ducati Desmosedici) 1’23″764; 2. Iannone (Ducati Desmosedici) 1’24″347; 3. Redding (Ducati GP15) 1’24″461; 4. Stoner (Ducati Desmosedici) 1’24″502; 5. Vinales (Suzuki GSX-RR) 1’24″649; 6. Barbera (Ducati GP14.2) 1’24″849; 7. Laverty (Ducati GP14.2) 1’24″751; 8. Petrucci (Ducati GP15) 1’24″992; 9. Rossi (Yamaha M1) 1’25″054; 10. Hernandez (Ducati GP14.2) 1’25″171; 11. Lorenzo (Yamaha M1) 1’25″175; 12. Aleix Espargaro (Suzuki GSX-RR) 1’25″223; 13. Miller (Honda RCV213V) 1’25″345; 14. Crutchlow (Honda RCV213V) 1’25″438; 15. Baz (Ducati GP14.2) 1’25″994; 16. Kallio (KTM RC16) 1’26″056; 17. Rabat (Honda) 1’26″195; 18. Luthi (KTM RC16) 1’26″405.

 

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. fabu - 8 mesi fa

    chi ha rilasciato l’omologazione? ad una riunione di piloti sulla sicurezza, dopo la morte di Salom, Don Carmelo ha risposto di non chiedere modifiche agli organizzatori di Austin altrimenti avrebbero dovuto tornare ad Indianapolis. e Barcellona per le moto rimane così com’è. serve altro?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy